04072020Headline:

Occhio alla truffa del tampone a domicilio

la Regione Lazio: ''Non aprite a nessuno''. Esposto del Codacons

”Attenzione alle truffe. Il test per il #Covid_19 viene effettuato solo nei laboratori del Ssn e solo se il tuo medico ritiene sia necessario.In questo caso ti verrà indicato come procedere”. E’ il messaggio del Comune di Viterbo che invita i viterbesi alla massima attenzione rilanciando così un appello rivolto nei giorni scorsi anche dalla Regione Lazio.

Pare infatti che stia girando una finta nota audio in cui si annuncia che passeranno nei prossimi giorni ad eseguire il tampone casa per casa. Si tratta di un pretesto per farsi aprire dagli anziani per rubare o chiedere denaro. ”È una truffa – ha ribadito anche la Regione Lazio – invitiamo i cittadini a non far circolare questa bufala, ma soprattutto a non aprire la porta di casa ad operatori senza tesserino senza che vi sia stato un contatto telefonico precedente”.

Quella del tampone a domicilio è solo una delle truffe sul coronavirus. Altre stanno spopolando sul web, tanto che ieri il Codacons ha presentato un esposto ad ”antitrust, guardia di finanza e polizia postale, affinché intervengano per sequestrare le pagine web dove si perpetrano truffe ai consumatori, avviando le dovute indagini nei confronti degli speculatori”.

L’associazione segnala in particolare che su un sito internet viene pubblicizzato un ossigenatore come ”kit di prevenzione” per contrastare il Covid-19, venduto alla modica cifra di 995,70 euro”. ”Un prodotto presentato in modo ingannevole – spiega il Codacons – perché lascerebbe intendere che il suo utilizzo possa evitare di essere contagiati dal virus. Sui social network, invece, sono nati negli ultimi giorni gruppi chiusi all’interno dei quali soggetti privati vendono e spediscono in tutta Italia mascherine a prezzi astronomici, fino a 20 euro l’ una, speculando sulle paure dei cittadini e sulle limitazioni agli spostamenti”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da