24092020Headline:

A casa per il Coronavirus: bollette spaziali?

A casa per il Coronavirus: ne risentiranno anche le bollette? La risposta purtroppo è affermativa, perché restando per quasi tutto il giorno a casa (per intere settimane) il consumo di energia elettrica è stato nettamente superiore, per molte famiglie della Penisola. Basti pensare alle persone che hanno iniziato a lavorare in smart working, dato che in quel caso i consumi sono stati molto più ampi.

Un’altra domanda sorge spontanea: gli aiuti economici sin ora sono stati efficaci? Dai dati raccolti per il nuovo sondaggio del Parlamento europeo, ben il 58% dei cittadini europei sta subendo precarie condizioni economiche, questo dall’inizio della pandemia da Coronavirus, e il 69% ritiene che la commissione europea dovrebbe muoversi con delle misure d’intervento più indicate. In attesa interventi più indicati per le finanze dei cittadini, in che modo possiamo contenere le spese?

Con alcuni accorgimenti è possibile tenere a bada almeno i costi della bolletta: potremmo anzitutto cercare offerte più vantaggiose, scegliendo una tariffa di luce e gas più in linea con le nostre esigenze e puntando su una fornitura che rispetti l’ambiente, come Green Network Energy, per fare un esempio.

bollette computer lavoto businessAlcuni consigli per risparmiare in bolletta
L’energia elettrica è un bene prezioso, e disperderla con alcune abitudini poco attente diventa quasi un peccato mortale. Un esempio su tutti è l’utilizzo scorretto delle lampadine in casa, che spesso lasciamo accese anche quando usciamo dagli ambienti illuminati. Meglio provvedere con un pizzico di cura in più, o installare un sistema domotico, in grado di automatizzare l’accensione e lo spegnimento delle lampadine, per merito dei sensori di presenza.
Occhio anche allo stand-by dei dispositivi elettronici, che consuma energia inutile, mentre per le lampade conviene acquistare quelle a LED. Un altro suggerimento prezioso riguarda gli elettrodomestici: un capitolo che approfondiremo nel prossimo paragrafo, ma che può essere anticipato sin da subito. In primo luogo, sarebbe il caso di sostituire i vecchi apparecchi con nuovi dispositivi con classe energetica alta (A+++). In secondo luogo, meglio tenere lontani i caloriferi dal frigorifero.

Gli elettrodomestici che consumano di più
Nessuno di noi può fare a meno degli elettrodomestici, ma va detto che molti di questi apparecchi consumano parecchia energia, quindi vanno usati con cautela e con criterio. Uno dei più pericolosi dal punto di vista dei consumi è la lavatrice, ed è bene imparare ad usarla correttamente: il consiglio è di sfruttare sempre il massimo di carico del cestello, per ottimizzare i lavaggi, e di impostare quando possibile un programma green, come quello rapido ad acqua fredda e in 30 minuti.
Un altro elettrodomestico che consuma molto è il frigorifero, specialmente perché è attivo 24 ore su 24. In tal caso bisogna fare attenzione e chiudere sempre velocemente lo sportello, sostituendo la guarnizione quando si usura e sbrinando l’elettrodomestico con regolarità. Non va sottovalutato il forno, che può impattare tanto sui consumi in bolletta, e in genere si consiglia di preferire quello a microonde, se non ci sono particolari esigenze di cottura. Infine, nella lista degli elettrodomestici “energivori” inseriamo anche la lavastoviglie, il condizionatore e l’asciugatrice.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da