11072020Headline:

Acquisti nella Tuscia: male le auto e il settore tecnologico

Secondo l'osservatorio Findomestica Viterbo è la provincia con il peggior calo di spesa in beni durevoli di tutto il Lazio

Viterbo è la provincia con il peggior calo di spesa in beni durevoli di tutta la regione: -2,1% (332 milioni di euro in totale). Lo rivela un’analisi dell’osservatorio Findomestic. L’indagine è riferita al 2019. Realizzata in collaborazione con Prometeia, delinea l’andamento del mercato dei beni durevoli nel Lazio ed evidenzia come auto nuove (1,729 miliardi di euro di spesa) e mobili (1,458 miliardi di euro) abbiano trainato nel Lazio la crescita regionale dei durevoli (+2% per entrambi i segmenti) bilanciando la flessione registrata dalle auto usate (1,989 miliardi di euro, -0,5% rispetto al 2018) e dall’intero comparto tecnologico: elettronica di consumo (-5,9%, 159 milioni di euro di spesa totale), information technology (-4%, 172 milioni di euro) e telefonia (-3,3% per 525 milioni spesi nel 2019).

”Il Lazio – commenta Claudio Bardazzi, responsabile dell’Osservatorio Findomestic – è una delle regioni italiane in cui i trend economici sono rimasti stabili nel 2019, un dato che si riflette positivamente anche sul mercato dei beni durevoli. Dopo 10 anni di crescita anche nel Lazio la telefonia ha sofferto, come in tutto il Paese, per la saturazione del mercato, l’assenza di novità tecnologiche rilevanti e l’avvento del 5G che ha reso attendisti i consumatori più attenti”.

Tornando a Viterbo si vede che il mercato delle auto usate ha subìto una flessione (-2% rispetto al 2018) senza eguali tra le province laziali con 92 milioni di euro di spesa totale, ma anche le auto nuove hanno perso il 4,9% scendendo a 88 milioni di euro. Il segmento motoveicoli è cresciuto del 9,8%, ma vale solamente 9 milioni di euro.

In positivo gli acquisti di elettrodomestici che toccano quota 22 milioni di euro nel 2019, il 4,5% in più rispetto al 2018 così come quelli di mobili, in aumento dell’1% a 77 milioni di euro. A trascinare in terreno negativo l’andamento dei consumi di beni durevoli viterbesi sono stati i segmenti tecnologici a partire dall’information technology, calata del 5,2% nel 2019 (8 milioni di euro di spesa), l’elettronica di consumo (-6,4%, 9 milioni di euro) e la telefonia, in flessione del 7,3% a 27 milioni di euro.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da