29102020Headline:

Erboristerie ed erbe mediche: cosa sono e come riconoscerle?

Ci sono molte professioni particolari al mondo, alcune delle quali piuttosto note ma ugualmente misteriose e fra queste c’è ad esempio l’erborista. Solitamente si associa all’erborista una persona che vende e consiglia prodotti a base di erbe dietro al bancone di un negozio, ma in realtà non è solo questo. Il fascino che si nasconde dietro questa figura è in fondo ampiamente giustificato, considerando che si tratta di un professionista delle piante, nonché un grande conoscitore delle proprietà di queste ultime. Erboristerie ed erbe mediche, erboristi e mistero: conviene dunque fare un approfondimento su questi mondi così interessanti.

erbe

Chi è l’erborista?

Come anticipato, l’erborista è un esperto di piante ed erbe, in grado di selezionare una serie di elementi di madre natura capaci di donare benessere e sollievo alle persone. Per capire di cosa si sta parlando, basta citare piante e rimedi noti come l’arnica montana e l’artiglio del diavolo. L’erborista dunque si occupa di tutte le fasi relative alla preparazione di questi unguenti e di questi prodotti, che includono anche gli infusi e qualsiasi altro preparato a base di piante medicinali, come le compresse e gli sciroppi. Anche la raccolta figura nella lista delle mansioni degli erboristi, così come la scelta in prima persona degli ingredienti e dei vari mix di erbe, insieme alla loro conservazione. Bisogna però distinguere questa figura dal fitoterapista: il secondo applica i rimedi a base di erbe a scopo terapeutico, mentre l’erborista opera in campi come quello cosmetico, alimentare e salutistico.

Scopriamo insieme le erbe medicinali

È importante passare in rassegna alcune delle erbe medicinali più interessanti e più usate in questo settore e che oggi possiamo reperire sia presso i negozi fisici che presso una erboristeria online, dato il momento storico in cui viviamo.
Nell’elenco delle più gettonate abbiamo i fiori di finocchio che servono a ridurre i dolori legati a gonfiore addominale e contrastare l’aerofagia. Dato il cambio stagione in cui ci troviamo l’echinacea è un valido aiuto per rafforzare le difese immunitario. Il biancospino è un’erba che cresce spontaneamente nelle nostre regioni e dalle sue foglie e dai suoi fiori possiamo trarre le proprietà che lo rendono un efficace ansiolitico e calmante naturale. Tra le erbe che è possibile cucinare e che rilasciano comunque le loro proprietà benefiche troviamo: la robinia usata spesso in cucina come condimento, nelle insalate e in tante altre preparazioni, come le macedonie; l’ortica e lo spinacio selvatico, che possono essere utilizzati per arricchire dei risotti. Se invece vogliamo depurare il fegato allora delle erbe ottime per questo scopo sono il tarassaco, la cicoria e la rucola. Decisamente più particolari le puntarelle, che hanno un gusto molto amaro, e che in cucina vanno usate con sapienza e con conoscenza. La cucina romana in questo è maestra, e le abbina spesso alle acciughe salate, ai capperi e alle olive.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da