02072020Headline:

Espropri per il fotovoltaico, coinvolti 60 proprietari terrieri

Prevista la costruzione di un elettrodotto tra Tessennano ed Arlena di Castro

Continua l’avanzata del fotovoltaico in terra di Tuscia. Nei giorni scorsi la Provincia di Viterbo ha dato il via alle procedure per l’esproprio di aree funzionali alla realizzazione di un nuovo impianto. Interessati 60 proprietari terrieri. Il progetto riguarda la costruzione di un elettrodotto per collegare la zona dove sorgerà la centrale (35,424 MWp di potenza, nel comune di Tessennano, località Riserva) con rete elettrica nazionale (presso la sottostazione Terna ad Arlena).

Su disposizione della Regione Lazio, la Provincia di Viterbo ha attivato la procedura per l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio, nell’attesa della conclusione del procedimento di autorizzazione.

Si tratta di uno dei due impianti che dovrebbero sorgere nel territorio di Tessennano, l’altro riguarda un impianto della potenza di 20,160 MWp, in località Macchione. A loro volta, questi, rientrano tra i 24 progetti di fotovoltaico previsti nell’area compresa tra Viterbo, Tuscania e Montalto di Castro, contro alcuni dei quali sono stati presentati ricorsi al Tar da parte del Ministero peri beni culturali preoccupato per l’impatto di queste strutture su paesaggio e ambiente, a seguito del loro espandersi in terra di Tuscia. Per due di questi – Pian di Vico (sul quale pende un ricorso al Consiglio dei ministri) e Poggio delle Ginestre – il tribunale amministrativo ha respinto le richieste del Mibact.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da