02072020Headline:

Alessandro Tuia, un civitonico in serie A

Le emozioni al triplice fischio: ''Bellissimo ma non stupendo: mancavano i nostri tifosi''

Il Benevento ha raggiunto nuovamente la massima serie. Una promozione arrivata in largo anticipo e durante un campionato dominato. Ed e’ stata la promozione dei record: raggiunta da una squadra che ha toccato numeri da club delle meraviglie.

Tra i ragazzi di Pippo Inzaghi festeggia anche il calciatore civitonico Alessandro Tuia. Per lui tanta emozione, ma e’ mancato qualcosa: ”E’ stato bellissimo, ma non stupendo: mancava il pubblico”. Dopo il lockdown, ovviamente, anche la serie B ha ricominciato a giocare ma senza il pubblico: ”Per un calciatore i tifosi rappresentano il 90%, infatti terminata la partita l’emozione non e’ stata quella che mi aspettavo. Poi una volta arrivati in città l’ho sentita, siamo stati travolti dall’affetto della gente. Lo stadio vuoto e’ una brutta sensazione soprattutto per chi si gioca qualcosa di importante”.

Il ritorno in campo era un’incognita per tutte le squadre, soprattutto per quelle che avevano grandi obiettivi: ”Tornare in campo non e’ stato semplice anche per le temperature, poi senza i tifosi mancano anche gli stimoli e le energie. Però dobbiamo avere fiducia negli addetti ai lavori: se hanno deciso che la ripresa era possibile vuol dire che c’erano i presupposti per tornare a giocare. Poi noi siamo super controllati quindi c’e’ serenità sotto questo punto di vista”.

La prossima sarà la stagione delle emozioni con la nuova avventura del Benevento nella massima serie: ”Io ho un altro anno di contratto quindi rimarrò qui. Per me la serie A e’ un’incognita perche’ ho fatto solamente l’esordio, però voglio mettermi alla prova. E poi qui mi trovo davvero bene ed e’ una piazza stimolante: non vedo l’ora inizi il prossimo campionato”.

La conclusione e’ per i suoi tifosi: ”Nell’anno della retrocessione la città rispose come pochi: lo stadio era ugualmente pieno. I tifosi del Benevento sono uno spot per il calcio. Dopo la scorsa esperienza nella massima serie c’e’ piu’ consapevolezza, comunque l’immagine di questi tifosi dovrebbe far ragionare tutti gli amanti del calcio”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da