28102020Headline:

Carburante in picchiata nella Tuscia

Il Covid ha portato la benzina al - 40,9% e il gasolio al -30,1%

VITERBO – In picchiata la vendita di benzina e gasolio in provincia di Viterbo nei primi sei mesi dell’anno. Una diminuzione del 40,9% nel primo caso e del 30,1% nel secondo,da gennaio a giugno, dovuta inevitabilmente al lockdown deciso dal governo per fronteggiare l’emergenza coronavirus che ha limitato la circolazione dei veicoli dal 9 marzo al 18 maggio scorsi. In totale nel Lazio le vendite di carburante sono passate da 412.736 tonnellate nel 2019 a 245.783 tonnellate nel 2020, con una diminuzione pari al 40,5%. Sempre nello stesso periodo le vendite di gasolio nella regione sono passate da 1.316.604 tonnellate nel 2019 a 751.726 tonnellate nel 2020, con un calo percentuale del 42,9%. Questi dati derivano da un’elaborazione del Centro Studi Continental su dati del Ministero dello Sviluppo Economico.

Tra gli aumenti possibili anche quello del carburante

L’elaborazione del Centro Studi Continental fornisce anche un prospetto dei dati, come detto, a livello provinciale. Nel comparto delle vendite di benzina la provincia laziale in cui il calo è stato maggiore è Frosinone (-46,1%), seguita da Roma (-41,3%), Viterbo (-40,9%), Latina (-27,6%) e Rieti (-27,3%). Nel comparto delle vendite di gasolio la provincia con la diminuzione maggiore è Roma (-48,5%), seguita da Frosinone (-36,2%), Viterbo (-30,1%), Rieti (-24,4%) e Latina (-20,9%).

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da