28102020Headline:

I giovani commercianti ripartono da Via dell’Orologio Vecchio

Tre gli imprenditori che hanno fatto questa scelta per la loro attività

di Massimiliano Vismara

VITERBO – Della crisi del commercio nel centro storico ormai si parla da molti mesi, in strade come via Saffi o via Roma che una volta erano un susseguirsi di vetrine accese ormai si contano ogni giorno di più le serrande abbassate di quelle attività che si sono arrese alla crisi, ovviamente il periodo di lock down ha accentuato maggiormente l’effetto desertificazione che affligge il centro tanto che la stessa via Saffi da piazza delle erbe all’ incrocio con via del collegio è ormai ridotta ad una fila quasi ininterrotta di vetrine vuote e cartelli affittasi, ma in questa desolazione alcuni segnali di speranza arrivano dalla vicina via dell’ orologio vecchio, questa antica arteria che taglia in due il centro storico ormai agonizza da anni, basti pensare che fino a poco tempo fa su un totale di quasi 35 locali commerciali che sono nella via solamente 3 ospitavano negozi aperti, ma adesso da un paio di mesi le cose sono cambiate, infatti tre giovani imprenditori hanno scelto via dell’ orologio vecchio per dar vita alle loro attività, e ora la parte bassa della strada che ormai da tempo era diventata solo il passaggio per piazza delle Erbe sta riprendendo vita.

Ancora più singolare è il tipo di attività che sono state aperte nella strada, infatti il fato per così dire ha unito come compagni di viaggio nel commercio viterbese, niente meno che una pizzeria con tanto di vetrina sulla strada, una scuola di doppiaggio e recitazione ed infine un Escape room.
Ovviamente la più “comune” è sicuramente la pizzeria, ma il locale aperto da Michele Corba si discosta sicuramente dai classici canoni di una normale pizzeria, infatti il buon Michele ha pensato bene di creare una sorta di palco dietro la vetrina principale in maniera di dare il brivido di mangiare “in vetrina” ai suoi clienti meno timidi, e ovviamente la pizzeria offre anche i classici sgabelli all’ interno del locale oltre a dei graziosi tavoli su piazza delle erbe, se poi dopo aver mangiato ci si vuol cimentare con un enigma ambientato magari a Parigi o nella Londra Vittoriana, l’ Escape room di Lino Iovine che si trova a pochi passi di distanza dà la possibilità ai più avventurosi di calarsi nei panni dell’ investigatore alle prese con un enigma ambientato nelle varie stanze a tema allestite da Iovine all’ interno del suo locale.

Infine, per ultima ma non per importanza la scuola FonoTuscia di Giulia Oliva, una giovane attrice diplomata in recitazione e doppiaggio all’ accademia nazionale di arte drammatica Silvio D’amico di Roma che ha deciso di aprire nella via la sua accademia, la scuola dotata di tutte le attrezzature per la recitazione, regia e doppiaggio (compresa una cabina insonorizzata per il doppiaggio professionale) offre a tutti quelli che sognano il palcoscenico corsi professionali di alto livello.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da