20012021Headline:

Borsa for dummies: il mondo della Borsa spiegato per i non addetti

Può il mondo della Borsa diventare un tema di pubblico dominio, riferito anche ai non addetti ai lavori? In teoria non dovrebbe essere così, ma in pratica la risposta è sì, ed i motivi sono presto detti. Se fino a qualche tempo fa quello delle azioni era un mercato per addetti ai lavori soltanto, quindi chi voleva investirvi, pur se non esperto in materia, aveva una figura tecnica di riferimento alla quale rivolgersi, oggi le cose sono profondamente cambiate.
Sempre più si sperimenta l’attitudine ad investire in prima persona, togliendo ogni filtro, affidandosi alle piattaforme della rete. Una grande semplificazione che si riferisce pur sempre ad una attività complessa; ed allora è bene avere una qualche conoscenza tecnica, seppur non si arriverà mai a governare il mercato come un trader professionista. Come spiegare allora la Borsa ai principianti?

Come spiegare allora la Borsa ai principianti
Quando si parla di Borsa il riferimento è ad un mercato all’interno del quale le soggetti quotati possono vendere una parte, quote per l’appunto, della loro azienda. Un processo che serve per avere denaro a disposizione da reinvestire poi per la crescita della azienda stessa.
In sostanza si vende una parte della propria azienda, senza mai perderne il controllo ma cedendo solo quote, per avere una remunerazione. Dall’altra parte chi va ad acquistare queste quote aziendali lo fa a titolo di investimento, puntando quindi su un prodotto che ritiene possa essere valido con la speranza che il titolo cresca o che possa generare un dividendo da incassare a fine anno.
Un mercato tradizionale quindi all’interno del quale c’è chi compra e chi vende. Ed un settore che di recente si è democratizzato, se così si può dire, nel senso che è diventato accessibile a chiunque includendo al proprio interno il settore retail.

Come investire in Borsa da principianti
Ovviamente questo ha un prezzo in termini di rischi e, spesso, chi è alle prime armi rischia di pagarne lo scotto. Per investire online da non addetti ai lavori è possibile usare una piattaforma web, come da procedura indicata sul portale Investireinborsa.me che non staremo qui a riportare.
In generale il discorso è legato alla necessità di coprirsi le spalle il più possibile: proprio perché non si è professionisti, i rischi di toppare sono maggiori; è bene quindi, prima di tutto, iniziare con somme minime, quasi a livello di gioco, per prendere confidenza con il meccanismo. Partire solo dopo un periodo di formazione e studio, corredato da qualche investimento portato avanti in modalità demo, senza soldi reali, a mo’ di prova.
Per i non addetti ai lavori ci sono poi strumenti finanziari che possono semplificare l’iter ma che sono molto rischiosi: come nel caso dei Cfd tanto promossi, per i quali ricordiamo è presente un rischio significativo di perdere denaro a causa dell’utilizzo della leva finanziaria (si stima che oltre il 70% di chi investe in Cfd perda i propri soldi).
Ecco perché è bene avvicinarsi a questo mondo in modo graduale ed analizzando a fondo quelli che potrebbero essere i rischi, insieme ai potenziali benefici. Per quanto possa sembrare strano, la Borsa è diventato un prodotto utilizzato anche dai profani; ed allora sempre meglio sapere in quale impresa ci si sta imbarcando con relativi pro e contro.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da