06072022Headline:

Tuscia, operazioni di solidarietà per l’Ucraina

Molti i comuni che si sono attivati per aiutare i profughi

VITERBO – La Tuscia si mobilità in favore del popolo ucraino. Da un lato si prepara l’accoglienza per i profughi in fuga che potrebbero arrivare anche a Viterbo, dall’altra si mette in piedi una rete di raccolta di bene di necessità e aiuti per la popolazione sotto assedio.

profughi ucraina guerra

Alla raccolta solidale, già avviata dalla Lega, si affiancano una serie di iniziative in tutta la provincia.

A Castel Sant’Elia la Caritas diretta da padre Raffaele ha organizzato una raccolta fondi e derrate alimentari da destinare in Ucraina. Alcuni cittadini hanno dato la disponibilità ad ospitare i profughi nelle loro case o seconde case. Anche il convento dei padri Micaelii diretto da padre Stanislaw Zurad è pronto ad accogliere i profughi all’interno dei propri alloggi.

A Latera la protezione civile ha avviato una raccolta di generi di prima necessità. Entro venerdì, giorno in cui partirà un pullman per l’Ucraina si raccolgono: cibi in scatola, omogenizzati, the, succhi di frutta, biscotti, merendine, pannolini, piccoli giocattoli, garze, disinfettanti, siringhe, medicinali in genere (antibiotici, cortisonici, acqua ossigenata, antidolorifici), integratori, latte in polvere.

A Nepi per iniziativa dell’associazione del Tennis Nepi si sta organizzando un pulmino per portare aiuti agli abitanti dell’Ucraina. La Pharmanepi fornirà dei medicinali. ”Si tratta – dice il sindaco Franco Vita – di un aiuto a delle persone che stanno attraversando una situazione particolare per colpa di una guerra. Chiunque fosse intenzionato può rivolgersi al tennis Nepi”.

A Viterbo, invece, domani la comunità Ucraina si ritroverà per un momento di preghiera. Alle 18,30 nella chiesa di San Francesco a Piazza della Rocca verrà recitato il rosario.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da