08082022Headline:

Gaming e Millennials, la fotografia del mondo che cambia

Gaming e Millennials riversoVITERBO – Quando internet era agli albori, sembrava utopico parlare di cittadinanza digitale. Ancor di più di nativi digitali, intendendosi con questo termine un’intera generazione nata a cavallo tra gli anni ’80 e ’90, nel primo vero momento in cui le tecnologie hanno cominciato a prendere il sopravvento. Una generazione che oggi si identifica con quella dei Millennials, persone che oggi hanno un’età compresa tra i 26 e i 40 anni. Generazione Z, quella senza posto fisso pur se iper-qualificata, quella senza fissa dimora, nomade e girovaga. Ma forse anche la più interessante sotto una lente sociologica e antropologica. Di certo quella da studiare da qui ai prossimi decenni, sia per la psicologia classica sia per il mondo dell’industria e dell’economia, essendo questo il principale target a cui oggi si rivolgono centinaia e centinaia di realtà. Essendo “nati su internet”, i Millennials un po’ l’hanno cambiato questo canale. E, inevitabilmente, sono stati cambiati.

Un esempio su tutti può essere quello del modo di giocare, che internet ha stravolto. Il punto è che oggi si parla quasi esclusivamente di gioco online, mentre tutto quel che online non è non viene nemmeno preso in considerazione.

Internet ha cambiato il gioco e continua a cambiarlo, lentamente ma senza sosta. Alla crescente offerta rappresentata dai titoli di maggior successo prodotti per Playstation e Xbox, si sono affiancate nuove forme legate ad altri segmenti dell’iGaming, che emulano giochi gratuiti per mobile e altri titoli presenti da anni nei social network. Tra i nuovi canali troviamo le slot gratis, titoli che emulano le macchinette terrestri ma con un gameplay simile ai migliori videogiochi arcade che ha permesso alla nicchia di diventare popolare tra gli utenti
Nuovi canali ma soprattutto, si diceva, nuovi modi di giocare. In singolo; in community; contro l’Intelligenza Artificiale della console o della macchina utilizzata o contro un amico. E ancora, con più strumenti: pc come sempre e poi smartphone, tablet et similia. Tutto stravolto da internet.

Così i Millennials sono nati nel mentre che nascevano altre realtà: il gioco a distanza per questa fetta di generazione è popolare ben prima del Covid e delle sue restrizioni. Così come è meno insolito che per altri sentir parlare di eSports. Anzi, casomai è vero il contrario: gli sport tradizionali, con le tradizionali modalità di consumo, sono tramontati. L’ha deciso internet, l’ha imposto la Rivoluzione Digitale, l’ha confermato una generazione che ha una particolare predilezione per tutto ciò che è diverso dai gusti della massa. Fare i conti con questi cambiamenti intercorsi, ed in alcuni casi intercorrenti, è ormai un obbligo per tutti.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da