17122017Headline:
Promossi & bocciati

Michele Pepponi

Caffeina/1. Il giovane presidente della omonima Fondazione ha fatto centro. Il suo esordio al timone di comando della complessa kermesse (soprattutto dal punto di vista organizzativo) è filato liscio, consentendo di regalare alla città un festival che, comunque la si pensi, è un evento . come la e maiuscola - più unico che raro.

Andrea Baffo

Caffeina/2. Il direttore esecutivo ha dato i numeri: 11 giorni di cultura; 900 ospiti, 45 case editrici; 150 tra biglietti aerei e ferroviari; 16.000 i chilometri percorsi dai 7 autisti; 200 le camere di albergo utilizzate, 700 i pasti consumati, 50 i concerti, oltre 10.000 foto scattate, oltre 400.000 persone hanno passeggiato per la cittadella della cultura. Che dire? Chapeau.

Francesco Bigiotti

“Fermo restando che intendiamo la politica come dialogo e confronto, da sempre, e che siamo sempre in contatto tra noi consiglieri”. L’incomprensibile prosa del consigliere provinciale dell’Udc, nonché sindaco di Bagnoregio, dimostra che l’incomprensibile crisi che si è aperta in Provincia non offende la politica e i cittadini, ma solo la sintassi.

Andrea Egidi

“Non nascondo un fortissimo senso di tristezza. Sono ventinove giorni che si è insediata la giunta Michelini e non stiamo offrendo il massimo dal punto di vista politico. Non è un bello spettacolo”. La comprensibile prosa del segretario provinciale del Pd certifica che l’ottimo Egidi dovrebbe nel contempo spiegare ai suoi, magari in politichese, che “ogni limite ha una pazienza” (copyright Totò).
Portale realizzato da