23102017Headline:
Promossi & bocciati

Alvaro Ricci

In una giunta che fatica un po’ a decollare, il vecchio Alvaro piuttosto corsaro è sicuramente l’assessore più attivo: ha preparato un piano per il centro storico che prevede, tra le altre cose, lo spostamento del mercato del sabato a via Marconi e la chiusura al traffico di alcune sue strade nobili. Una quasi mission impossible, visto che nessuno dei suoi predecessori c’è mai riuscito. Vedremo se ci riuscirà.

Gigi Proietti

Sicuramente con qualche anno di ritardo ha ricevuto la cittadinanza onoraria viterbese per meriti televisivi. Ovvero per aver fatto conoscere Viterbo e il suo centro storico attraverso la serie del maresciallo Rocca. E durante la cerimonia non si è smentito, avendo dimostrato tutto il suo senso dell’ironia affermando “Nun se po’ sta’ mai tranquilli”.

Silvio Berlusconi

Dalli e dalli, pure le cipolle diventano aij. Un detto che si addice al povero Silvio Berlusconi che stavolta ha tirato troppo la corda, provocandone la rottura. Anche i suoi fedelissimi lo hanno mollato, avendo capito che – ormai disperato – avrebbe voluto imitare Sansone e morire con tutti i Filistei. Sicuramente un lungo periodo di riposo, in un luogo ad hoc, non potrà fargli che bene.

Chiara Frontini

La giovane consigliera di Viterbo 2020 si è lanciata in una campagna anti-Equitalia, seguendo pappagallescamente la moda tutta italiana di alcuni partiti politici nazionali, considerando l’ente addetto alla riscossione delle imposte (che in realtà applica solo le leggi dello Stato) come il male assoluto. Sotto il vestito, solo tanta demagogia. E se questo sono in grado di dare i giovani…
Portale realizzato da