19082017Headline:
Promossi & bocciati

Beppe Fioroni

In principio democristiano andreottiano. Poi Popolare, Margheritino bindiano e mariniano. Democratico mariniano, veltroniano, franceschiniano, bersaniano, oggi (forse) renziano. Dal 26 febbraio 2014, grazie all’adesione del Pd al Pse, malgrado il suo no (su 121 sì), si deve travestire da socialdemocratico. Beppino: ovvero l’evoluzione della specie.

Letizia Marchetti

Su accorata richiesta di tanti maschietti, la giovane di Civita Castellana, lodatissima campionessa di motociclismo. è stata esclusa da una gara perché troppo brava. “Vorrei la ribalta solo per i successi”, ha detto Letizia, invitando le ragazze a salire in moto e provare a correre in pista: “vedrete che gli uomini avranno più rispetto e stima di noi”. Chapeau

Marcello Meroi

Povero presidente della giunta provinciale: il suo centro destra è riuscito a ridurre palazzo Gentili in un bivacco di disperati politicanti che arrancano alla ricerca di poltrone, non trovando da mesi uno straccio di accordo nemmeno sugli strapuntini. Meroi, che pure ha una storia non disprezzabile alle spalle, cosa aspetta a spegnere la luce in via Saffi?

Luigia Melaragni

La segretaria provinciale della Cna nella bufera. La sua alleanza (definita “innaturale”) con Unindustria per portare Domenico Merlani alla presidenza della Camera di commercio, non è piaciuta ai vertici romani. Chi la conosce, giura che Luigia non ritornerà suoi passi, certa di tutelare nel migliore dei modi gli interessi dei suoi associati made in Tuscia.
Portale realizzato da