27062017Headline:
Promossi & bocciati

Lisetta Ciambella

Sul grande bailamme tra giunta e commercianti intorno al tema del tema del capoluogo, ovvero il traffico, la cosa più intelligente (non si offendano gli altri) l’ha pronunciata il vice sindaco e assessore al Bilancio: “La chiusura del centro doveva essere fatta anni fa. Noi paghiamo le non scelte del passato”.

Ilaria Borletti Buitoni

Fruttuosa missione nel capoluogo (almeno a livello di consapevole attenzione), al capezzale del Museo Civico e del Teatro dell’Unione, della sottosegretaria del ministero per i Beni e le attività culturali. Adesso il boccino passa nella mani dell’esecutivo Michelini che deve continuare a pressare, pressare, pressare “là dove si puote ciò che si vuole…”.

Gian Maria Cervo

“Nemo propheta in patria”. Ne sa qualcosa il drammaturgo nonché direttore artistico di Quartieri dell’arte. In procinto di portare a Mosca il suo “Call me God” (già rappresentato a Monaco e a Berlino), ha confessato “l’unico rammarico è che la mia attività trovi molto più risalto fuori la città in cui vivo che non a Viterbo”.

Claudia Moretti

Ha trovato 100 milioni di lire in una vecchia cassaforte di famiglia ma la Banca d’Italia ha rifiutato di cambiare la cifra in euro dal momento che sono trascorsi più di dieci anni dal passaggio alla moneta unica Ue. Povera Claudia Moretti, 40 anni, originaria di Viterbo ma residente a Pesaro e lavora come precaria in un call center.
Portale realizzato da