17102017Headline:
Promossi & Bocciati

Franco Simeone

L’assessore provinciale alla Caccia e alla pesca, abituato ad avere dimestichezza con la fauna, si è travestito da gatto e, micione micione, mentre altri contendenti del Pdl si sbranavano pur di essere impalmati, ha guadagnato la candidatura per un seggio alla Regione Lazio, dove peraltro è stato già ospite negli anni Novanta.


Riccardo Valentini

Docente di Ecologia forestale, in forza al dipartimento per l’Innovazione dei sistemi biologici, agroalimentari e forestali dell’ateneo viterbese, è candidato alla Regione nel listino di centro sinistra di Nicola Zingaretti. In caso di vittoria, sarebbe la prima volta che un premio Nobel (ottenuto con altri scienziati per le ricerche sui cambiamenti climatici) sarà membro dell’assemblea di via della Pisana.

Giovanni Arena

Povero Giovannino. Soldato fedelissimo di Giulio Marini, non foss’altro per un bacino di consensi non disprezzabile assicurato al Pdl, cade nel trappolone ordito non si sa bene da chi: niente candidatura diretta alla Regione, ma intruppato nel listino di Francesco Storace. Si consoli: vincesse il centro destra, è l’unico modo di andare a Roma senza fare campagna elettorale.

Giovanni Bartoletti

Toh, che si rivede. Il fondatore di Viterbo Vola, candidato al Senato nella lista Mir (Moderati per la rivoluzione) di quel Giampiero Samorì che “posso assicurare – giura l’ex assessore comunale - tiene ben presente l’aeroporto della Città dei Papi”. Hip, hip hurrà: un nuovo Profeta lo scalo tosto prometterà.


Portale realizzato da