30012023Headline:

Due mesi “Speciali” col Consorzio Biblioteche

In programma fino a giugno venti incontri con i protagonisti della cultura italiana

Il catalogo con il programma de "Gli Speciali" del 2016

Il catalogo con il programma de “Gli Speciali” del 2016

Due mesi (giorno più, giorno meno), venti incontri con una serie di autori assolutamente diversi tra loro che affrontano tematiche ad ampio spettro per cercare di accontentare ogni tipo di palato (culturale). Ecco servito il programma de “Gli Speciali”, la rassegna che taglia il traguardo del secondo anno di vita, organizzata dal Consorzio Biblioteche di Viterbo. “Un impegno notevole – chiarisce subito il commissario straordinario Paolo Pelliccia – frutto dell’abnegazione di tutti i dipendenti e i collaboratori dell’istituzione bibliotecaria, che viene oramai riconosciuta come palcoscenico ideale per la promozione della lettura e dei libri in tutta Italia. Abbiamo dovuto dire anche qualche no perché non c’erano più spazi disponibili e anche per lasciare la possibilità di organizzare un appuntamento con la musica, argomento che finora non abbiamo affrontato. Si tratta di un assaggio e, se le cose andranno bene, in autunno potremo presentare una kermesse a sfondo musicale che amplia ancora di più l’offerta culturale del Consorzio Biblioteche”.

Marina Cerrato presenta la biografia dio sua madre Caterina Boratto

Marina Cerrato presenta la biografia dio sua madre, l’attrice Caterina Boratto

Si comincia mercoledì prossimo (6 aprile) con Daniela Di Sora, fondatrice della casa editrice Voltan e raffinata traduttrice di autori russi e bulgari, che presenta la sua traduzione di “Memorie di una interprete di guerra”, scritto dalla giornalista russa Elena Rzevskaja. Si prosegue con Mario Baudino (venerdì 8 aprile), capo redattore de La Stampa, con il suo “Lo sguardo della farfalla”, storia di tre librai di un paese di montagna del Piemonte; poi (mercoledì 13 aprile) “La scuola impossibile” di Giulio Ferroni nel quale il docente universitario “massacra” la riforma della Buona scuola voluta dal governo Renzi. Sabato 16 Guido Mazzoni analizza con il professor Daniel Catte i problemi del nostro tempo, parlando della sua opera “I destini generali”.

“”Con Serena Vitale (venerdì 22) – interviene Pelliccia – ospitiamo una scrittrice straordinaria che ha già ottenuto tutti i riconoscimenti possibili. Una autrice che centellina le sue uscite pubbliche e che ha scelto Viterbo per la qualità complessiva della nostra proposta culturale”. In “Il defunto odiava i pettegolezzi”, la Vitale rilegge uno dei grandi misteri della Russia rivoluzionaria: il suicidio (?) di Vladimir Majakovskij. Chiara Di Domenico (mercoledì 27) si sofferma sulla complessa personalità di Dino Campana attraverso le lettere scritte durante la Grande Guerra. Aprile si chiude con “Il coniglio d’oro” scritto da Daniela Trasatti e illustrato da Luigi Serafini: un volume particolarissimo che guida alla scoperta del sorprendente mondo dei leporidi, reali e immaginari, arricchito anche da un appetitoso ricettario in 21 fantasie.

Simone Isola ripercorre la vita del produttore cinematografico Alfredo Bini

Simone Isola ripercorre la vita del produttore cinematografico Alfredo Bini

Maggio (lunedì 2) si apre con Lauretta Colonnelli, responsabile della pagine culturali del Corriere della Sera (frequentò il liceo classico a Viterbo) che propone in “La tavola di Dio” una lettura affascinante dell’ultima cena di Gesù. Il giorno seguente, Marina Cerrato presenta “Caterina Boratto. La donna che visse tre volte” con la biografia della madre, una delle attrici preferite da Federico Fellini. C’è anche uno spicchio di Tuscia, precisamente San Martino al Cimino, ne “Le città ideali” di Fabio Isman: l’inviato del Messaggero (venerdì 6) va alla scoperta di tante piccole e splendide realtà. Un paio di settimane di pausa (sarà quello il periodo dedicato all’appuntamento musicale?) e tocca a Edoardo Camurri con un’opera dedicata a James Joyce e Rondolfo Wilcock (un poeta che viveva a Lubriano e che ebbe la sfortuna di morire il 16 marzo del 1978, proprio nel giorno in cui fu rapito Aldo Moro e trucidata la sua scorta). Con il documentario su Cesare Pavese di Carlo Serafini (venerdì 20) si fa un’incursione nel campo della cinematografia, mentre il giorno dopo Benedetta Craveri, nipote di Benedetto Croce, conduce alla scoperta de “Gli ultimi libertini”. Lunedì 23, Romana Petri con “Le serenate del Ciclone” rilegge la vita di suo padre Mario, grande tenore e attore. Giovedì 26, L’Orma editore attraverso l’illustrazione della rassegna letteraria “I pacchetti” (tanti classici, in edizione molto curata, al prezzo di soli 5 euro), spiega come nasce e si costruisce una collana. “Alfredo Bini ospite inatteso” è il libro proposto sabato 28 da Simone Isola e dedicato al grande produttore cinematografico, noto soprattutto per la lunga e intensa collaborazione con Pier Paolo Pasolini. L’emergente e assai quotato Luigi De Pascalis, in concomitanza con il Festival internazionale del libro di Torino, presenta (venerdì 3 giugno) il suo “Notturno bizantino”, seguito (mercoledì 8) da Demetrio Paolin con “Conforme alla gloria”. Due giorni dopo, Fabio Stassi, bibliotecario alla Sapienza e pendolare quotidiano sulla disastrata linea ferroviaria Viterbo Roma (i suoi libri li scrive in treno…),  si cala nei drammi di un precario della scuola con “La lettrice scomparsa”. Chiusura domenica 12 giugno con Costantino D’Orazio e la biografia “Io sono fuoco” sulla vita di Michelangelo.

Il professor Giulio Ferroni "massacra" la riforma della Buona scuola, varata dal governo Renzi

Il professor Giulio Ferroni “massacra” la riforma della Buona scuola, varata dal governo Renzi

“Due mesi di incontri – conclude Paolo Pelliccia – con i protagonisti della cultura in Italia, per riflettere sulla condizione gattopardesca in cui si trova il nostro Paese e cercare sempre nuovi spunti e stimoli intellettuali. Proprio alle parole del capolavoro di Tomasi Di Lampedusa è affidata la copertina del catalogo degli Speciali. Un ringraziamento speciale per i nostri partner benefattori della Biblioteca (Enerpetroli, Primaprint, Hotel Salus Terme e la sede viterbese del The British Institute of Rome) senza i quali non saremmo riusciti a costruire questo evento”. Altre informazioni sugli eventi  sono disponibili sul sito della Biblioteca: tutti gli appuntamenti sono come sempre ad ingresso libero e iniziano alle 17,30, sempre nella Sala Conferenze della Biblioteca Consorziale di Viterbo.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da