03022023Headline:

Etruschi 3D, superati i 44mila visitatori

Ottimi risultati per la mostra allestita agli Almadiani. Ottima risposta delle scuole

L'inaugurazione della mostra

L’inaugurazione della mostra

La mostra Etruschi 3D supera i 44mila visitatori (il dato si riferisce alla chiusura di domenica scorsa). A comunicare l’esatto numero è il vice sindaco Luisa Ciambella, che con grande soddisfazione aggiunge: “La mostra è stata inaugurata lo scorso 24 ottobre. In cinque mesi di apertura abbiamo superato i 44mila visitatori. Tutti rilevati con sistema di fotocellula certificato. Un numero che dice molto. Un risultato che conferma quanto il mondo degli etruschi affascini adulti e ragazzi”.

Il vice sindaco di Palazzo dei Priori si sofferma proprio sui giovani. “Ad oggi sono state più di quaranta le classi delle scuole di Viterbo e provincia che hanno visitato la mostra. Nei giorni scorsi è stata la volta di 200 studenti  di Chieti. Tante altre scuola hanno già comunicato e prenotato la partecipazione nei prossimi giorni. Tra loro molto interesse per la storia etrusca, ma anche molta curiosità per le sofisticate e innovative tecnologie con cui la mostra viene presentata dall’associazione Historia. Un altro obiettivo raggiunto anche grazie alla collaborazione dei dirigenti scolastici che hanno accolto con entusiasmo l’invito che abbiamo inviato nel periodo iniziale della mostra”. Entusiasmo e apprezzamento anche da parte di illustri visitatori.

Il sindaco Michelini e la vice Luisa Ciambella alle prese con gli occhiali 3D

Il sindaco Michelini e la vice Luisa Ciambella alle prese con gli occhiali 3D

“In questi mesi – spiega Alessandro Barelli, presidente dell’associazione Historia e curatore dell’evento – c’è stata davvero una grande affluenza, un pubblico sia italiano che straniero. Ad apprezzare la mostra numerose personalità di grande prestigio. Solo per citarne alcuni, penso alla professoressa Stopponi, direttrice dello scavo a Campo della Fiera a Orvieto, uno dei più importanti scavi etruschi in corso, se non il più importante. Complimenti e richieste di collaborazione con il Museo di Karlsruhe in Germania sono giunti dopo la visita della mostra a Viterbo da parte della direttrice. E ancora Alessandro Mandolesi, responsabile della comunicazione archeologica nella Soprintendenza Speciale per Pompei, Ercolano e Stabia”. Accanto all’evento espositivo inoltre, all’Auditorium di Valle Faul, messo a disposizione dalla Fondazione Carivit, si sta svolgendo la rassegna di incontri dedicata all’antico popolo, Etruscans – Gli Etruschi mai visti”, evento che ha già visto la partecipazione e l’intervento di cinque soprintendenze archeologiche e di molte personalità del mondo scientifico e della comunicazione dei beni culturali. “Ora ci aspetta un mese particolarmente intenso – aggiunge il vice sindaco Ciambella -. Le prossime giornate di festa del periodo primaverile prevedono molti turisti in città. Ci auguriamo di vederli anche alla mostra”.

La mostra, organizzata dal Comune di Viterbo con il contributo della Fondazione Carivit, resterà aperta fino al prossimo 4 maggio (anche lunedì 25 aprile e domenica 1 maggio). Orario al pubblico: tutti i giorni (eccetto i lunedì non festivi), dalle 10 alle 13 e dalle 15,30 alle 19,30. L’ingresso è libero.

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da