03022023Headline:

Tutto (o quasi) quello che c’è da sapere

Cronaca, sport, eventi, economia e altro ancora...

CRONACA 

Le previsioni meteo fino al 10 aprile

Previsioni-MeteoE’ stata una settimana ancora con temperature al sud e su parte del centro di tipo estive, condizionata da venti di scirocco che hanno portato in Sicilia a punte di 30°C. Qualche pioggia sull’Adriatico e nelle zone più interne della penisola, residue e brevi nevicate sulle Alpi a quote vicine ai 2000 metri. I mari, soprattutto quelli centrali e meridionali, da molto mossi ad agitati. Sono apparse le prime zanzare “killer estive” in molte città italiane, preannuncio questo di una situazione prossima all’insegna del futuro disagio umano. Ora non ci resta di vedere cosa dobbiamo aspettarci per la settimana entrante.

LE PREVISIONI

Inizio settimana senza particolari fenomeni meteo, prevarrà infatti la variabilità su gran parte delle regioni italiane, tuttavia un’accentuazione della nuvolosità e qualche pioggia si potranno registrare sul settore nord occidentale. Le temperature in linea con le medie stagionali, più elevate al sud dove si potranno avere picchi di temperature superiori alla media. I mari generalmente da poco mossi a mossi localmente, con moto ondoso in aumento a partire da giovedì prossimo.  La situazione meteo comunque è destinata a cambiare a partire da giovedì, dove flussi consistenti di aria più umida e fresca provenienti dal nord Atlantico investiranno gran parte delle regioni italiane, vediamo allora cosa ci dobbiamo aspettare giorno per giorno.

Oggi Cieli coperti su Piemonte, Liguria e Lombardia con piogge sparse e qualche temporale. Qualche nevicata sulle Alpi occidentali e centrali a partire da 2200 metri. Sereno o variabile sulle altre regioni. I mari generalmente poco mossi. Temperature primaverili.

Domani Migliora il tempo al nord, sulle altre regioni centro sud cieli da velati a sereni con temperature in leggero aumento. Mari da poco mossi a localmente calmi.

Mercoledì Al nord ritorna qualche nube e qualche leggera pioggia soprattutto tra la Liguria e il Piemonte. Sereno o poco nuvoloso sul settore nord orientale. Cieli in prevalenza velati o a tratti coperti al centro, ma senza precipitazioni di rilievo. In serata peggiora la situazione con le prime decise piogge a partire dalla Sardegna. Al sud ancora sereno o variabile. Temperature stazionarie, mari mossi al largo poco mossi o calmi sotto costa.

Giovedì Una vasta perturbazione atlantica raggiunge le nostre regioni iniziando dal versante tirrenico, quindi piogge e temporali soprattutto al centro. Un po’ meglio sul versante Adriatico, ma anche qui in serata il tempo peggiora. Resiste il variabile sulle regioni del sud versante Adriatico. Le temperature in leggero calo al nord e al centro, invariate al sud. I mari Ligure e  Tirreno con moto ondoso in aumento.

ATTENDIBILITA AL 70%

Venerdì Il maltempo si estende su tutte le regioni italiane, con piogge anche a carattere di rovescio soprattutto al centro. Migliora tuttavia la situazione a partire dal pomeriggio sul settore nord occidentale. Temperature in leggero calo quasi ovunque e mari da poco mossi a mossi.

Week end Continuano i flussi di aria atlantica sul bacino del Mediterraneo, ciò vuol dire un sabato e una domenica all’insegna del tempo perturbato, anche se soprattutto sul settore nord occidentale e su qualche regione adriatica i cieli a tratti potranno aprirsi e far giungere a terra i caldi raggi solari. Le temperature resteranno invariate, appena sotto la media stagionale. I mari generalmente da poco mossi a mossi.

San Lorenzo Nuovo, conclusi i lavori alla Tomba della Colonna

san lorenzo nuovo 1 Con una sobria ma solenne cerimonia è stata ufficializzata la chiusura dei lavori di restauro e ripristino della Tomba della Colonna e la conseguente apertura al pubblico. Alla presenza di un folto pubblico di appassionati, e non solo,  il sindaco di San Lorenzo Nuovo, Massimo Bambini, il presidente del Gruppo Archeologico Turan Pietro Piccirilli ed il funzionario per la Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale Enrico Pellegrini, hanno effettuato il fatidico taglio del nastro che riporta a nuova vita la Tomba della Colonna. La Tomba, situata nella necropoli etrusca di Torano, a sud ovest del paese, fu individuata nel 1976; la ripulitura e il recupero dei materiali, soprattutto ceramici, scampati ai saccheggi, fu effettuata, all’epoca, dalla Soprintendenza con il contributo dei membri del locale Gruppo Archeologico che si era appena costituito. A distanza di quaranta anni il nuovo Gruppo Archeologico di San Lorenzo Nuovo, rifondato nel 2012 con la denominazione Turan, si è fatto carico con l’aiuto del Comune e delle Istituzioni preposte di portare a compimento le opere di ripulitura e di restauro della Tomba al fine di renderla fruibile a tutta la comunità.san lorenzo nuovo 2

Successivamente, presso la Sala Consiliare si è tenuta una interessante conferenza nel corso della quale Pietro Tamburini, coordinatore del Sistema Museale del Lago di Bolsena, con un intervento di estrema efficacia ha presentato il libro “la Tomba della Colonna di San Lorenzo Nuovo (Vt) – Un contributo alla conoscenza del Gruppo Sokra . Il libro, che tratta gli aspetti salienti della Tomba della Colonna e dei reperti in essa ritrovati, è stato scritto dall’archeologa Laura Ambrosini e da Enrico Pellegrini, coordinato dal locale Gruppo Archeologico Turan, finanziato dal Credito Cooperativo di Pitigliano, con il contributo della Pro Loco e del Comune di San Lorenzo Nuovo. In conclusione è intervenuto il professor Maggiani, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, il quale ha relazionato in maniera chiara ed esaustiva sui reperti ritrovati nei 5 anni di scavi presso il “Tempio etrusco e romano di Monte Landro”, sui risultati degli ultimi studi e sulle sue teorie storico-scientifiche in merito alla funzione ed all’importanza del Tempio nell’antichità. Il sindaco di San Lorenzo Nuovo, Massimo Bambini, nel ringraziare i tanti che hanno contribuito al recupero della Tomba della Colonna, alla realizzazione del libro ed all’organizzazione dell’evento, ha garantito l’impegno dell’Amministrazione Comunale e del Gruppo Archeologico Turan affinché per il futuro sia dedicata la massima cura al “monumento” così da renderlo sempre nello stato attuale e fruibile a tutti. L’appuntamento è ora per il prossimo mese di giugno quando avrà inizio la sesta campagna di scavi a Monte Landro. L’augurio della comunità scientifica ma anche della popolazione di San Lorenzo Nuovo è di assistere a nuove ed interessanti scoperte che possano fare ancora maggiore chiarezza sulla storia del Tempio, sulla divinità in esso venerata (sarà confermato che il Tempio era dedicato a Ercole come protende una parte della comunità scientifica oppure verranno alla luce nuove ipotesi?) e sull’importanza storica di questo luogo di culto

“Quando il taglio dell’erba a Santa Barbara”

santa barbara 1Da Mirco Catalani, coordinatore del Gruppo Quartiere Santa Barbara Viterbo, riceviamo e pubblichiamo: “Il 5 marzo, parlando personalmente con l’assessore al verde Raffaela Saraconi al Parco delle Querce, sulla situazione del parco e del verde nel quartiere; la stessa ci rassicurò sull’imminente taglio erba (appena espletate le procedure per la gara d’appalto), sia al parco sia in altre zone. Visto che fino ad ora, abbiamo provveduto da soli noi cittadini a ripulire e tagliare l’erba in varie aree, chiediamo: a quando il taglio dell’erba?”.

Laboratorio formativo di lingue alla media Vanniauser

Organizzato da Rete Scuole Migranti della Tuscia si è svolto presso la scuola media Vanni di Viterbo un Laboratorio formativo della Scuola Interculturale di Formazione SIF-MCE: “Esplorare una lingua: inciampi, scoperte, ri-conoscenze”. I 40 presenti hanno seguito con interesse e partecipazione i temi proposti dalle formatrici: Rossella Brodetti, Graziella Conte e Marilena Muratori che hanno affrontato l’argomento con tecniche dinamiche e innovative. Nel laboratorio si è proposta una piccola esperienza di esplorazione di un testo in lingua non italiana, senza farne un uso strumentale all’analisi linguistica lessicale o formale, bensì inducendo ad osservare e riconoscere, lavorando in gruppo, le varie strategie (proprie personali e collettive) utilizzate per affrontare situazioni di spaesamento e di riposizionamento, utili all’occorrenza per stabilire e inventare nessi tra più conoscenze linguistico-culturali. La composizione articolata del gruppo (33% insegnanti curriculari e 67% volontari, 15% stranieri e 85% italiani, 10% uomini e 90% donne) ha offerto una non consueta possibilità di scambio e di approfondimento con risultati incoraggianti.

Progetto per anziani a Lubriano

Si è concluso il progetto “Free Age. Anziani in movimento”, finanziato dalla Regione Lazio al Comune di Lubriano e realizzato dalla Cooperativa Sociale Alice di Tarquinia con un gruppo di persone tra i 60 e gli 85 anni frequentanti il centro sociale del paese della Teverina. Lo scopo del progetto, che è durato da novembre a marzo, è stato lo sviluppo di attività volte a contrastare il rischio di isolamento sociale degli anziani residenti a Lubriano, attraverso nuove forme di interventi che vedono nell’anziano una risorsa. Per “Free Age” il Comune ha messo a disposizione la sede del centro sociale, i locali del Museo Naturalistico e la cucina della Pro Loco. Il progetto si è aperto con una fase iniziale, dove è avvenuto l’incontro con il gruppo e si è fatta un’analisi dei bisogni attraverso la narrazione dei loro vissuti. Da qui è emerso il disagio degli anziani considerati come “portatori di bisogni passivi”, cioè di bisogni assistenziali e sanitari e confinati al di fuori della società. La seconda fase è stata quella delle proposte concrete, in cui si è cercato di trovare attività da realizzare vicine ai bisogni reali, avendo compreso il bisogno di partecipazione, socializzazione, protagonismo e di contrastare i meccanismi di espulsione dal tessuto sociale. E’ nata così la scelta di organizzare il tempo con attività che prevedono sia un lavoro emotivo che un lavoro pratico ricreativo. Il primo laboratorio iniziato è stato quello della ginnastica dolce, a seguire è stato attivato un corso di informatica di base con l’obiettivo di utilizzare il computer nelle semplici azioni della vita quotidiana, come i social network, la posta elettronica e la gestione delle foto. Successivamente si è avviato un percorso di arteterapia finalizzato a lavorare sulla propria persona, contemporaneamente a questa esperienza è parito il laboratorio ricreativo, cioè uno spazio che ha per fine l’aggregazione, lo scambio, la condivisione e la narrazione mediante l’uso di vari materiali con la conseguente realizzazione di oggetti che hanno poi come fine l’essere venduti in una giornata finale di beneficenza per alcune associazioni del luogo. All’interno di questo progetto, oltre ai laboratori, sono stati organizzati viaggi di istruzione e giornate aggregative.

 

Pienone di camper a Montefiascone

montefiascone camper 2Pienone di turisti all’area sosta camper di Montefiascone, presso la sede della Cantina Sociale, nelle festività pasquali appena trascorse. Infatti tutti i posti disponibili sono stati occupati dai camper di visitatori che, grazie anche al bel tempo, hanno potuto ammirare le bellezze della zona. Ad accogliere il folto gruppo di camperisti, presso l’area adibita, il sindaco Luciano Cimarello ed il direttore della Cantina Sociale Mario Trapè. Entrambi hanno conversato con i visitatori illustrando le bellezze della cittadina. Il presidente del Campeggio Club Belluno, Ezio Pagani, entusiasta dell’accoglienza ha spiegato: “In queste festività pasquali il nostro Gruppo, composto da 22 camper, ha visitato il territorio della Tuscia. Ci siamo recati nel centro storico di Montefiascone, come prima meta del nostro itinerario, con una guida che ci  ha illustrato le tantissime bellezze architettoniche e culturali della cittadina, come per esempio la suggestiva chiesa di San Flaviano. Inoltre, non è mancato l’aspetto enogastronomico, dove  abbiamo degustato i tantissimi e buonissimi prodotti tipici che offre il territorio. Oltre a Montefiascone, siamo andati in gita a  Civita di Bagnoregio per la processione del Venerdì Santo, a cui è seguita la visita a Capodimonte, Viterbo, Vitorchiano e Bagnaia”.

Ail, Patrizia Badini confermata presidente dell’Ailbadini-patrizia

Patrizia Badini è stata confermata all’unanimità presidente della sezione Ail Viterbo. Sono stati rieletti, anche loro all’unanimità, Marco Montanaro, nella carica di vice presidente, ed Enrico Leoni, nel ruolo di consigliere. Grandissima la partecipazione degli associati all’assemblea. Badini, Montanaro e Leoni, che rimarranno in carica per altri tre anni, hanno ringraziato gli associati per aver rinnovato la fiducia nei loro confronti. L’assemblea è stata l’occasione per fare il punto della situazione sulle attività svolte e sulle iniziative future da realizzare. “In questi 20 anni abbiamo portato avanti un lavoro eccezionale e oggi ne stiamo raccogliendo i frutti. – ha sottolineato nel suo intervento il presidente Badini – Guardando avanti, il nostro impegno sarà anche focalizzato ad aprire sempre di più l’associazione ai giovani, coinvolgendoli nelle tante attività che ci vedono impegnati durante l’anno, e di favorire la partecipazione degli iscritti alla vita associativa. L’obiettivo è, da una parte, sensibilizzare i ragazzi sull’importanza della ricerca scientifica nella lotta ai tumori del sangue e sull’assistenza ai malati, avvicinandoli così alla nostra realtà; dall’altra, far sentire importanti in egual modo tutti gli associati, perché, non smetterò mai di ripetere, sono la vera forza dell’Ail. Al riguardo non posso che essere soddisfatta per un’assemblea così partecipata, come non è mai accaduto in passato”.

POLITICA

FondAzione: “S. Barbara, le tante promesse mancate del sindaco”

Dal direttivo di FondAzione riceviamo e pubblichiamo: “Mancano ormai pochi mesi al terzo anniversario del bombardamento del quartiere Santa Barbara a Viterbo. Migliaia di cittadini, è proprio il caso di dirlo, bombardati dalle promesse del sindaco Michelini, che nel giugno 2013 girò le case per promettere interventi che nessuno in questi anni ha poi mai visto. Caro sindaco, in effetti di bombe sul quartiere di Santa Barbara in questi anni ne ha lanciate molte: dalla famosa farmacia comunale aperta h24 sempre a disposizione dei cittadini, all’isola ecologica (richiesta da FondAzione ormai da oltre due anni); dalla promessa risoluzione di una di una viabilità assurda, che tiene dodicimila persone ostaggio, fino al famoso centro di assistenza medica e infermieristica comunale; senza dimenticare la messa in sicurezza della strada Capretta, anche quella chiesta da anni da Fondazione e la costruzione dei nuovi accessi al quartiere previsti come opera a supporto delle nuove lottizzazioni. E invece basta girare un po’ per le strade e vedere che il bombardamento c’è stato, ma quello vero; e proprio nel quartiere dove ci sono crateri dappertutto, erba alta che infesta tutte le aree pubbliche e una viabilità farneticante che ci si ostina a non cambiare contro ogni logica e contro il buon senso. Ma potare gli alberi e tagliare l’erba è davvero così complicato per un sindaco vivaista che dovrebbe farlo di mestiere? Portare un servizio idrico dignitoso evitando l’acqua color ferro a ogni cambio meteo è così difficile? E ancora, si è letto che  il Comune costruirà un’area sportiva con nuovi impianti sulla Teverina, ma intanto i parcheggi per le auto che invadono il quartiere a ogni manifestazione sportiva che fine hanno fatto? Si tratta di un totale degrado e abbandono, con servizi comunali spariti, l’assenza di centri di incontro, al di fuori della parrocchia, e soprattutto di negozi che continuano a chiudere, rendendo la vita dei residenti più complicata ed il valore delle loro case sempre più svalutato. Sindaco, sappiamo di non poterle impedire di continuare a bombardare tutta la città di false aspettative, ma è arrivato il momento per noi di Fondazione di tornare in strada per impedirle di continuare in quest’opera di imbarbarimento di Santa Barbara e della Città di Viterbo”.

EVENTI

Acquapendente, si inaugura l’area gioco Orto dei Frati

Oggi alle 10.15 presso l’Orto dei Frati, dietro la chiesa di San Francesco ad Acquapendente, si inaugura l’area gioco dedicata ai bambini dal titolo “Gioco libera…mente”, realizzata all’interno del progetto europeo Erasmus Plus 2014-2016 sui diritti dei bambini a cui hanno partecipato gli alunni della classe prima B, delle terze, della quarta B della Scuola Primaria e alcune sezioni della Scuola dell’Infanzia di Acquapendente. Il Progetto Erasmus prevedeva l’individuazione di un’area da dedicare ai diritti dei bambini per dare visibilità e rilievo a questo tema. Gli alunni di Acquapendente hanno inoltrato una richiesta al sindaco ed è stata scelta l’area nell’Orto dei Frati, in relazione ai possibili sviluppi che può offrire questo luogo. Il progetto europeo Erasmus Plus ha visto la partecipazione degli alunni aquesiani insieme ad alcune scuole della Spagna, della Grecia, della Turchia, della Bulgaria, della Polonia e della Lituania. I bambini hanno svolto molte attività per scoprire e confrontare con bambini di altri paesi i principali diritti previsti dalla convenzione delle Nazioni Unite. All’inaugurazione partecipano gli alunni, il sindaco Alberto Bambini e la dirigente scolastica Luciana Billi.

 

SPORT

Basket femminile, le Ants alle finali regionali Under 18

defensor ants under 18Nonostante un pessimo primo quarto, la formazione under 18 della Pallacanestro Ants supera per 59-56 la Stella Azzurra Roma Nord e conquista la finale del campionato regionale di categoria. Il gruppo allenato da Maria Chiara Scaramuccia fatica ad entrare in partita, forse avvertendo eccessivamente la pressione di una sfida ad eliminazione diretta da disputare in casa. Le ospiti, al contrario, sembrano molto più a proprio agio, mettono molta intensità nel pressing e recuperano palloni che convertono in canestri facili. Dal 7-10 iniziale il divario si allarga e, alla prima sirena, il tabellone segnala un divario in doppia cifra (10-21) a favore delle ragazze romane. Il black out gialloblù prosegue all’inizio del secondo periodo, con un 4-0 firmato Stella Azzurra che lancia il quintetto di coach Angela Adamoli fino al 10-25. Le Ants sembrano alle corde ma, con qualche cambio azzeccato in quintetto, coach Scaramuccia scuote la sua squadra e gli effetti si vedono immediatamente; il ritmo sale, i palloni persi diminuiscono e arriva anche qualche canestro dalla distanza. Passo dopo passo la distanza diminuisce e, a conclusione di un controbreak da 17-7, le viterbesi vanno al riposo con solo cinque punti ancora da recuperare (27-32). Dal terzo periodo in poi si assiste ad un continuo testa a testa fra le due formazioni, decise a guadagnarsi il pass per la finale: il primo pareggio delle Ants arriva sul 36-36 e poco dopo c’è anche il sorpasso sul 39-38. Due triple, di Filoni e Porcu, confezionano il 45-42 con cui le ragazze di casa chiudono la terza frazione e un canestro di Maroglio vale il 47-42 in avvio di quarto periodo. Guai però a pensare ad una fuga Ants perché la Stella Azzurra non molla, sfrutta centimetri e presenza fisica delle sue giocatrici conquistando molti rimbalzi offensivi ed è sempre a contatto. Ci vuole un’altra tripla di Filoni a portare le gialloblù sul 57-52 a un minuto dalla sirena e a garantire, malgrado qualche tiro libero di troppo sbagliato nel finale, il successo al team di casa. Unica nota negativa l’infortunio alla schiena occorso ad Arianna Puggioni nell’ultimo periodo, un problema che andrà valutato subito per stabilirne l’effettiva gravità. Le Ants sono attese ora dall’ultimo match della fase regionale, la finale contro Bull Latina in programma con ogni probabilità giovedì prossimo.

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da