08122023Headline:

La Frontini come Re Ferdinando di Napoli governa con le tre F (feste,farina,forca)

Il vuoto nella amministrazione comunale di Viterbo

Re Ferdinando, detto “re nasone”
Sindaco di Viterbo

di Andrea Stefano Marini Balestra

Viterbo,19.8.23

Re Ferdinando di Napoli (1751.1825) tentò governare il Regno di Napoli applicando il principio: “Feste,Farina e forca”, ritenuto l’unico possibile per gestire il turbolento Regno delle Due sicilie, ma con scarso successo.

La nostrana Sindaco Chiara Frontini, incapace come Re Ferdinando, ad amministrare la città di Viterbo, ricorre al noto principio per tirare avanti con la sua scassata amministrazione sino, speriamo di no, al termine del mandato.

Infatti, mentre nessun provvedimento serio ed utile per Viterbo viene annunciato dove i c<suoi ittadini stanno accerchiati da cinghiali, cadono sui marciapiedi disatratati, spaccano le ruote sulle buche, respirano gas di scarico delle auto imbotigliate nel traffico per il quale nemmeno la sistemazione di una rotonda è prevista, l’amministrazione si balocca ogni giorno ad organizzare feste, festival ed altre amenità che assolutamente danno lustro alla Città. Anzi, la fanno sprofondare in un paesello.

Nel nostro giornale non diamo notizie di quanto ogni giorno provene dalla segreteria della Sindaco, perchè ai viterbesi non interessa sapere se qua o la ci sarà un concerto, o un evento ritenuto culturale, ma che di cultura non c’è nulla, perchè i Viterbesi, vorrebbero solo sapere che la l’amministrazione comunale gli dia notizie di iniziative volte al miglioramento delle condizioni di vita della Città, e non più vedere cantieri per opere inutili (vedasi ciclabile e marciapiede attorno alle mura), la cui spesa, prevista come PNRR non sarà omologata da Bruxelles. I

nvece, la Frontini continua la politica delle 3 F: molte feste, poca farina (?) e sopratutto forca che non è l’impiccaggione, ma lo stuolo di multe di cui la sindaco si vanta di aver fatto elevare ai contravventori di “Viterbo Bella” (titolo da presa per il c….) proprio in quella città del Lazio che vanta insieme a Roma il peggior degrado (vedansi alberi che cadono, erbacce, mucchi di rifiuti ad ogni angolo, cittadini extracomunitari di ogni colore vaganti nelle vie, etc), risse notturne e raids teppistici)

L’occasione prossima ventura sono gli imminenti festeggiamenti per Santa Rosa. Il “cartellone” proposto ha un modesto valore culturale, roba da sagra di paese, non altro.

In definitiva, la Frontini va peggio di Re Ferdinando, questi era si capace di organizzare feste, forse meno dare farina (la Frontini non la da per niente), ma furbo e cauto per usare la forca, mentre a Viterbo la forca, oggi multe, piovono a go go alla buona grazie del pacifico convincimento di bene usare l’auto.

Certo che pensare che per ancora quattro anni la città di Viterbo possa essere amministrata cosi, vengono i brividi.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da