12072024Headline:

Papa Francesco in occasione del 1700 anniversario del Concilio di Nicea (325-2025)

riceviamo e pubblichiamo dal prof. Giuseppe Bienza le seguenti sue Note

Viterbo,29.6.24

Papa Francesco ha ricevuto ieri in Vaticano, alla vigilia della solennità dei santi Pietro e Paolo, una delegazione giunta dal Fanar, quartiere storico di Istanbul (Turchia), sede del Patriarcato ecumenico dei greco-ortodossi e, quindi, denominazione del Patriarcato stesso. Il Santo Padre ha incontrato in tale occasione il Patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo ringraziandolo per l’invito a celebrare insieme il prossimo anno la storica ricorrenza dei 1700 anni del Primo Concilio Ecumenico di Nicea (325) proprio nei pressi del luogo dove esso si riunì, ovvero l’attuale İznik, città della Turchia situata 130 km a sud-est di Istanbul. Il Santo Padre ha espresso direttamente al presule ed agli altri ecclesiastici intervenuti il suo intendimento di accettare l’invito e presenziare alla commemorazione, nonostante nel 2025 giungerà alla soglia veneranda dei novanta anni (Jorge Mario Bergoglio è nato, infatti, 17 dicembre 1936).

Nel discorso rivolto alla delegazione del Patriarcato greco-ortodosso, ricevuto significativamente alla vigilia della solennità degli apostoli patroni di Roma, il Pontefice ha ribadito la necessità per tutti i Cristiani «di pregare insieme per la pace» a fronte della «drammatica situazione che oggi si vive in Terra Santa», con l’auspicio che l’invocazione si estenda «a tutti i conflitti in corso».

Il Papa ha aggiunto infine che la coincidenza del prossimo Giubileo del 2025 con il 1700° anniversario del Concilio di Nicea, convocato dall’Imperatore Costantino (280 ca-337) dal maggio al giugno del 325, rende quello del prossimo anno «un viaggio che desidero fare, di cuore», ha confidato.

Il Patriarcato ecumenico e il Dicastero per la Promozione dell’Unità dei Cristiani (www.christianunity.va) diretto dal cardinale svizzero Kurt Koch, come rende noto il quotidiano ufficiale della Santa Sede, hanno già «cominciato a riflettere su come commemorare insieme» (cfr. In Terra Santa finisca la guerra e si ritrovi la concordia, L’Osservatore Romano, 28 giugno 2024, p. 8).

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da