21112017Headline:

“Sui rifiuti abbiamo già perso tempo”

Chiara Frontini

Chiara Frontini

Un consiglio comunale straordinario sui rifiuti. Anzi: per affrontare l’emergenza rifiuti. O, meglio ancora: per stoppare l’arrivo dei rifiuti da Roma. Questo hanno chiesto i capigruppo della minoranza al sindaco Michelini, nell’incontro di ieri, a seguito della riunione di commissione della mattinata. “Un consiglio subito, il prima possibile, perché di tempo ne è già stato perso parecchio”, suggerisce la consigliera di Viterbo 2020 Chiara Frontini.
Intanto, il consiglio sarebbe un primo passo per elaborare una strategia di lotta, nelle sedi opportune o anche fuori, contro le ultime cattive notizie arrivate dalla provincia di Roma, con i dodici comuni che prima conferivano la loro mondezza nell’impianto di Cupinoro (Bracciano) e che da sabato scorso ormai sono stati deviati a scaricare a Monterazzano. Per bloccare questa cosa, d’accordo, ma anche con la speranza di scongiurare altre eventuali cattive brutte sorprese nell’immediato futuro, non si sa mai. Il sindaco non ha presentato una bozza di proposta, ma ha chiesto alla minoranza di condividere questa battaglia, dicendosi disponibile a discutere ogni suggerimento al di là della provenienza: “Segno che la massima attenzione su questo tema da parte nostra è servita a qualcosa – ragiona Chiara Frontini – Anche se ora ci aspettiamo la più ampia collaborazione sotto tutti gli aspetti, a partire dall’accessibilità agli atti, che non sempre è stata così rapida e comoda per noi della minoranza. Il tempo è una delle chiavi della vicenda, e lo sarà anche nei prossimi giorni: se il Comune avesse agito a stretto giro di posta, senza perdersi in repliche e ghirigori, magari avremmo già ottenuto qualche risultato”. Questo è la lettura politica dell’incontro.
L’aspetto pratico, invece, fa capire come a palazzo dei Priori siano ancora in alto mare. Della serie: poche idee ma confuse. Intanto, sulla determina regionale del 18 dicembre che consente lo smaltimento a Monterazzano dei rifiuti Formello e Campagnano, sulla quale si potrebbe ancora fare opposizione tramite ricorso al Tar, anche se i sessanta giorni previsti dalla legge stanno per scadere. E poi, sull’ultima batosta, quella dei dodici comuni che prima scaricavano a Cupinoro e adesso qui da noi: qui la questione è più complessa, visto che non ci sono atti ufficiali ai quali appellarsi formalmente. Perciò il sindaco ci ha detto che il Comune ha dato un mandato ad un legale di capire come ci si può muovere e contro chi. Magari contro la Regione stessa, o contro quei singoli comuni che scaricano qui, o ancora contro le aziende? Questo è un punto oscuro da risolvere il prima possibile.
Ecco allora che torna di urgente attualità il consiglio comunale. Con due strade: la convocazione di quello straordinario (che però può essere chiesto dai capigruppo, e l’ultima riunione aveva respinto una idea del genere), oppure l’inserimento di un ordine del giorno urgente in quelli che verranno affrontati nella prossima tornata di consigli (giovedì, martedì e ancora giovedì prossimi). Altrimenti si rischierebbe di far slittare la discussione e la condivisione della strategia a fine febbraio. Tardi, troppo tardi.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Poche idee ma confuse? E’ il metodo giusto per (s)governare a lungo.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da