24042024Headline:

Vendita medicinali al dettaglio: una realtà in profondo cambiamento

Il settore della vendita di farmaci al dettaglio è in pieno cambiamento. Si tratta di un’evoluzione positiva, sia in termini di flessibilità delle leggi che lo regolano, sia in termini di fatturato.

Sarà per questo motivo che secondo Linkedin, nel 2023, il ruolo di “Direttore di Farmacia” risulta tra i 25 in maggiore crescita in Italia.

Quali sono i fattori che hanno innescato questo rapido cambiamento con conseguente crescita, in questo settore? Il primo è avvenuto prima della Pandemia, con l’introduzione di alcune leggi, come la n. 124/2017 sulla concorrenza e con la modifica all’art. 7, comma 1, della L. n. 362/1991, grazie alla quale anche le società di capitali, oltre ai farmacisti e alle società di persone fisiche, possono essere titolari di una farmacia. Anche se ad oggi, la maggior parte delle farmacie è di proprietà di persone fisiche, si assiste ad una costante crescita delle grandi catene che detengono il 15% di tutte le attività, equivalente al 17% del fatturato complessivo.

L’altro grande cambiamento che ha interessato la vendita di farmaci al dettaglio è avvenuto durante la Pandemia ed è ancora in corso. Si tratta della crescita esponenziale delle e-pharmacy che oggi vantano complessivamente un fatturato di 673 milioni di Euro che è stimato in crescita al ritmo del 18% annuo fino al 2027.

Si tratta di realtà come Farmacia Armani, ormai punto di riferimento tra le e-farmacie, portatrice di un nuovo modo di vendere parafarmaci, ma anche uno storico marchio con una farmacia storica a Verona. Una realtà che mette a disposizione on line un’ampia offerta di prodotti sicuri e che possono essere ordinati a prezzi convenienti e ricevuti a casa in tempi brevissimi.

Stiamo parlando di un settore, quello delle farmacie on line, che nel 2020 contava un fatturato di appena 428 milioni e che sta conoscendo una crescita non solo nel nostro Paese ma in tutta Europa. In Germania, ad esempio, il 23% dei farmaci OTC/AM (ovvero quelli per i quali non è richiesta la prescrizione medica) è venduto on-line e, seppur con numeri diversi, il trend è simile in molti altri paesi.

Non potrebbe non essere così, d’altro canto. La flessibilità con cui è possibile effettuare gli ordini, la discrezione che l’acquisto dietro ad uno schermo offre, la comodità di ricevere i farmaci a casa ed i prezzi mediamente più convenienti attirano moltissime persone avvezze agli acquisti on line. Il fatto, poi, che la legge italiana consenta l’apertura di farmacie on line solo a realtà che hanno un punto vendita fisico e l’iscrizione all’albo consultabile sul Ministero della Salute, offre una solida garanzia di sicurezza a chi decide di acquistare parafarmaci on line.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da