30112022Headline:

Viterbese, per aspera ad Astrea

Roberto Rambaudi, 48 anni, allenatore dell'Astrea

Roberto Rambaudi, 48 anni, allenatore dell’Astrea

Arriva Roberto Rambaudi e sono ricordi brutti, ma che non debbono essere dimenticati. Perché se oggi la Viterbese è qui, ancora infognata in serie D, bisogna tenere a mente come ci sia arrivata.
Stagione 2007-08, l’ultima stagione tra i professionisti della vecchia As Viterbese. Un’annata maledetta, come per certe vendemmie sfigate. Intanto senza una casa, perché il vecchio Rocchi era in ristrutturazione, l’amato gallinaro si stava trasformando in qualcosa di più moderno e dignitoso, anche se magari meno romantico. E perciò i nostri erano costretti ad emigrare a Narni – in un campo aggrappato alla montagna -, ad Orvieto, a Fiuggi e a Foligno. E poi la società, debole troppo debole per reggere l’urto di un girone con le squadrone dell’Italia centrale e settentrionale. Rambo era il timoniere scelto dal presidente Maggini, in un’ottica di calcio divertente e spettacolare, magari sperando che il tecnico piemontese avesse rubato qualcosa al suo mentore Zeman. Tentativo coraggioso, ma fallimentare.
Perché fu subito un calvario, tra sconfitte rovinose, pareggetti strappati per il rotto della cuffia e vittorie rarissime. Intanto le polemiche fioccavano come nespole, con Rambaudi vittima addirittura dei suoi stessi dirigenti, fino alla parentesi sciagurata con Di Chiara in panchina. Eppure, sul finale, ecco il ruggito, l’illusione di poterla sfangare, i playout agganciati per un soffio fino alla debacle col Viareggio. Addio serie C, dopo tredici anni di militanza a volte onesta e persino ambiziosa. La Viterbese tornò tra i Dilettanti, e tutti sapevano che risalire sarebbe stato durissimo.
Oggi, sei anni e mezzo dopo, i gialloblu hanno una nuova società (Adc ViterbeseCastrense) e per la prima volta tenta dichiaratamente il ritorno tra i grandi. Per farlo dovrà riagganciare le prime della classe (OstiaMare, Lupa Castelli che in settimana ha cambiato anche allenatore). E dovrà battere l’Astrea del vecchio Rambo, ricollocatosi in una dimensione più tranquilla rispetto alle antiche tempeste viterbesi. I suoi ragazzi hanno otto punti, con cinque sconfitte, due vittorie e un pari. Non possono far paura ad una Viterbese che, dopo la sconfitta di Sora, sarà profondamente ritoccata da mister Ferazzoli: probabile l’esordio dell’ultimo arrivato Neglia, esterno di centrocampo con Pero Nullo sulla fascia opposta. Davanti Pippi e Saraniti saranno le bocche da fuoco. Le quote Snai danno la vittoria gialloblu a 1.30, il pari a 4.50 e il successo ospite a 9.50. Numeri chiari, da non smentire sul campo.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da