23092017Headline:

Due al centrosinistra, uno al centrodestra

Vincenzo Grasselli

Vincenzo Grasselli

Il record di queste amministrative 2013? Se l’è conquistato proprio la Tuscia. Il primo sindaco d’Italia a essere è Vincenzo Grasselli (centrosinistra) che, con 2.198 voti validi su 2.522 per i prossimi cinque anni governerà Vignanello. Facile facile la sua vittoria, visto che si trattava dell’unico candidato: il centrodestra non era riuscito a presentare una lista. E proprio perché la corsa era in solitaria, forse qualcosina in più ci si poteva anche aspettare. I votanti, in totale, sono infatti 3.861 e le schede bianche 94 e nulle 230. Alle urne si è recato il 65,3% degli elettori (erano stati 88,60% nelle ultime elezioni). Significa che l’ex vice-sindaco, ora eletto primo cittadino, ha sì raccolto molti consensi, ma la sua non è stata un’elezione bulgara. Il maggior numero di preferenze, come prevedibile, è andato a Federico Grattarola, sindaco uscente, con 581 croci sul suo nome.

Maurizio Gregori

Maurizio Gregori

E al centrosinistra va anche il Comune di Vallerano. Il nuovo sindaco è Maurizio Gregori, capolista di Obiettivo Vallerano, che ha totalizzato 814 voti, ovvero il 46,59% (ha votato l’81,94% degli elettori contro l’87,36% delle precedenti elezioni). Secondi i candidati di La Piazza con 501, Vallerano in movimento con 347, infine Lista del Giglio con 85. Gregori, 35 anni, è un imprenditore musicale, direttore dell’Orchestralunata, quella composta da bambini e ragazzi tra i 7 e i 17 anni, che è finita pure sugli schermi della Rai. La lista civica, ma espressione del centrosinistra, era composta tutta da giovani laureati. Durante la campagna elettorale, a loro sostegno erano arrivati a Vallerano il consigliere regionale del Pd, Enrico Panunzi, e il deputato Alessandro Mazzoli.

Guido Cianti

Guido Cianti

Resta invece al centrodestra Sutri, dove è stato confermato il sindaco uscente Guido Cianti con il 44% dei voti, ovvero 1.825 (qui hanno votato il 76,72% degli aventi diritto, contro l’89,69%). Della sua lista fanno parte candidati che lo hanno sostenuto durante il ribaltone che ha portato fuori dalla maggioranza l’Udc. Secondo Luigi Di Mauro (centrosinistra) con Progresso e Solidarietà (890 voti), quindi Felice Casini (Uniti per Sutri) con 762 preferenze e infine l’ex sindaco Vincenzo Petroni con Priorità per Sutri (668 voti).

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da