26092017Headline:

S. Rosa, la rivelazione del figlio di Zeffirelli

macchina-di-santa-rosa-viterbo-4Il sindaco Giulio Marini ha incontrato Franco Zeffirelli due volte. Il maestro voleva donare alla città una Macchina di Santa Rosa con la sua firma. Sarebbe stata un’azione di promozione enorme per il territorio viterbese e per l’importante festività. Il sindaco ha mandato tutto in fumo”, così il figlio Luciano Zeffirelli nei giorni scorsi al microfono di Sbottonati.

Nella recente storia di Viterbo c’è una grande occasione persa: una Macchina di Santa Rosa firmata dal Maestro Franco Zeffirelli. A raccontarlo al microfono di Simone Carletti e Roberto Pomi su Radio Verde l’assistente del regista e scenografo di fama internazionale, diventato da qualche anno figlio adottivo. E’ stato lui il “pontiere” dell’operazione. Era il lontano 2008, Giulio Marini era da poco entrato a Palazzo dei Priori e Luciano Zeffirelli, viterbese di nascita e anche ex Facchino di Santa Rosa, tenta di fare questo regalo a Viterbo.

“Il Maestro si è sentito preso in giro dal sindaco Marini – racconta Luciano -. Non la prese benissimo e per Viterbo è stata una grande occasione mancata. Informai io il primo cittadino che Zeffirelli desiderava regalare la sua Macchina di Santa Rosa ai viterbesi. E’ venuto e si sono incontrati nella casa romana di Zeffirelli. Sapevo che c’era l’intenzione di fare un bando di idee e consigliai a Marini di evitare e cogliere questa rara occasione. Sembrava ci fosse intesa, ma alla fine venne fatto il bando e Zeffirelli ha comunque deciso di partecipare. Come è andata a finire questa storia è cosa nota”.

Gli Sbottonati si ritagliano il ruolo di ambasciatori della città e chiedono a Luciano Zeffirelli di unirsi a loro per convincere il maestro a preparare un nuovo bozzetto per la prossima Macchina. Questa volta sperando che l’occasione non venga sciupata.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

373   Commenti

  1. Lucio Matteù scrive:

    Conosco molto bene questa storia… Da almeno due anni la conosco… Tutto vero ci mancherebbe… Ma che puntualità nel farla uscire proprio durante il voto… Mica ci vedo un tiro basso per far perdere voti a Marini… Noooooooooo!!! ahahhahaha la politica… la politica… Ci crede chi non la conosce….

  2. Giorgio Molino scrive:

    Pensa che ci pure chi alla politica non solo ci crede, ma prende anche sul serio personaggi come Filippo Rossi da Trieste e l’ex autista di Perugi…

  3. Cappellaio Matto scrive:

    ma ke minkiate raccontate? Ciano è scenografo di fama internazionale?????
    Gulp!!!!

    Il Giornale del 7 giugno 2009 ha pubblicato un’intervista al noto regista
    fiorentino Franco Zeffirelli. Le domande sono dirette, le risposte ancora di
    più.

    ….cito testuale…

    domanda:Non sapevo avesse dei figli…

    risposta:…Da 20 anni ho adottato due bravi ragazzi, Luciano e Pippo. Oggi,
    hanno 45 e 48 anni. Luciano è viterbese e non ha mai conosciuto il padre. Mi ha
    fatto da autista e da figlio e non ho più potuto farne a meno. Si occupa del
    giardino, degli animali, mi accudisce con amore. Pippo invece è siciliano di
    famiglia numerosa. Lui è entrato con talento nel giro creativo del cinema e si
    occupa dell’amministrazione e della mia attività artistica. Pippo resterà per
    me un nome. So che è in casa, ma non si fa vedere.

    Il Giornale, 7 giugno 2009

    Fonte: Il Giornale

    SIETE PROPRIO BRAVI GIORNALISTI…MA VISTO I LETTORI KE AVETE…AI VITERBESI BASTA KE SI PARLI E BEVONO TUTTO…CMQ ERA ROMA CAPUT MUNDI…PROVINCIALI!!!

  4. Giorgio Molino scrive:

    Beh, se è per questo chi ha superato da un po’ gli “anta” si ricorda di quando Ciano stazionava al Bar Kansas di via Piave…

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da