11122017Headline:

Ottobre, un mese di lotta al tumore al seno

Tarquinia in rosa

Tarquinia in rosa

Un intero mese dedicato alla prevenzione del tumore alla mammella. Un intero mese in cui le donne del Viterbese potranno effettuare controlli gratuiti per scongiurare il pericolo od ottenere una diagnosi precoce, che spesso salva la vita. “Ottobre Rosa” è l’iniziativa a cui aderisce la Asl di Viterbo, promossa dalla Regione Lazio. Ogni sabato del mese le donne dai 45 ai 49 anni e dai 70 ai 74 anni (tra i 50 e i 70 sono già inserite nel programma dello screening mammografico, con inviti a casa per sottoporsi a controlli ogni due anni) potranno accedere senza pagare alcunché alle diagnostiche per immagini senologiche. Le prime visite sono state il 5 ottobre a Belcolle, il 12 a Montefiascone, il 19 all’ospedale di Tarquinia e sabato 26 ottobre a Civita Castellana dalle 9 alle 13.

“Parliamo di una manifestazione – spiega Patrizia Frittelli, dirigente della struttura di chirurgia senologica dell’ospedale di Belcolle e responsabile dell’ambulatorio integrato di senologia – nata negli Usa e da alcuni anni importata in Europa. Quest’anno la Regione ha scritto a tutte le Asl del Lazio chiedendo di aderire”. E l’azienda sanitaria locale lo ha fatto, mettendo insieme iniziative sanitarie ad appuntamenti di sensibilizzazione.

“La finalità dello screening e della prevenzione nel tumore della mammella è – chiarisce la dottoressa – quella di identificarlo in una fase in cui è curabile. Parliamo di una malattia molto diffusa:  in Europa l’incidenza è del 9%; la stessa in Italia. E’ diminuita però l’età di incidenza, visti i casi che compaiono anche in pre-menopausa e in epoca più precoce. Un abbassamento dovuto anche alla aumentata sensibilità nella diagnostica grazie alle campagne di prevenzione”.

Iniziative sanitarie, e non solo. Tarquinia, Nepi, Castel Sant’Elia e Vejano sono i quattro Comuni della Tuscia che, ad oggi, hanno accolto l’invito del coordinamento dei programmi di screening della Ausl, accedendo con il colore rosa i palazzi comunali o gli edifici storici più rappresentativi.

Un segnale che resterà visibile per tutto il mese e con il quale le amministrazioni locali hanno voluto lanciare un messaggio nella direzione della prevenzione e della sensibilizzazione verso una patologia che colpisce un numero considerevole di donne. Altri nove Comuni, inoltre, hanno aderito con iniziative di sostegno di varia natura alla campagna realizzata dalla Regione in occasione del mese mondiale della prevenzione del tumore al seno. Ecco l’elenco completo: Viterbo, Bolsena, Barbarano Romano, Cellere, Farnese, Marta, Orte, Valentano e Vasanello. A questi occorre aggiungere anche il supporto organizzativo messo a disposizione da parte dell’Amministrazione provinciale.

La giornata conclusiva sarà a Viterbo il 26 ottobre con un incontro la mattina in Comune con esperti della materia, il pomeriggio maratona da piazza del Plebiscito e la sera l’associazione Betrice in collaborazione con Caffeina, organizza uno spettacolo al teatro san Leonardo: “Femminile e singolare”, con Lella Costa

Per avere maggiori informazioni su Ottobre rosa e su come accedere agli esami gratuiti, è possibile consultare la pagina relativa all’iniziativa presente nella home page del sito www.asl.vt.it o chiamare il numero verde del programma di screening 800840359 che nel mese di ottobre sarà aperto anche il sabato.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da