20112017Headline:

Più produzione con più tecnologie

Giuseppe Crea e Rino Orsolini

Giuseppe Crea e Rino Orsolini

Si chiama Gene.Si. Sta per Rete integrata per il trasferimento di tecnologie e metodologie per la Generazione di Sviluppo Industriale in sistemi di produzione. Magari di primo acchito l’acronimo è di quelli criptici. Apre invece un modo nuovo di fare impresa in un frangente – piuttosto lungo, per la verità – in cui le aziende e il mercato più in generale sono sotto lo schiaffo della crisi.
Gene.Si. é un progetto, cofinanziato dal ministero dello Sviluppo, per aiutare le imprese a migliorare la propria tecnologia ricorrendo ad un «consulente del lavoro» di indiscussa e indiscutibile caratura: il Cnr. Il Consiglio nazionale delle Ricerche mette il suo background a disposizione di quelle imprese che intendano avviare una nuova tipologia di prodotto, migliorare quello già esistente, magari aprirsi spazi su nuovi mercati. L’obiettivo è quello di fare rete tra le aziende e il Cnr che diventa, dunque, l’interlocutore tecnico. Esempio: una ditta del distretto ceramico di Civita vuole creare un nuovo prodotto? La «consulenza» del Cnr diventa preziosa, anzi fondamentale, per offrire un supporto tecnico. «In sostanza – spiega il direttore di Federlazio Viterbo, Giuseppe Crea – Gene.Si. si articola in attività legate all’analisi della domanda e dell’offerta di tecnologie meccaniche per sistemi di produzione industriale per il trasferimento e il sostegno all’inserimento delle innovazioni aziendali».

Il progetto sarà illustrato nei dettagli oggi pomeriggio nella sede di Federlazio in via Sacchi. «Vogliamo creare un filo diretto – sottolinea il presidente, Rino Orsolini – tra mondo industriale e quello della ricerca con l’obiettivo di far conoscere alle aziende i risultati ottenuti in termini di tecnologia di innovazione dei prodotti».

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

1 Commento

  1. Giorgio Molino scrive:

    Più tecnologie alle imprese e meno soldi pubblici alla nauseabonda kaffeina.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da