26092017Headline:

“La Regione? Un po’ troppo altalenante”

Il vice sindaco Luisa Ciambella

Il vice sindaco Luisa Ciambella

“Ricucire, ricucire, ricucire”. Non che Luisa Ciambella, vicesindaco a palazzo dei Priori, abbia intenzione di metter su una sartoria per rinverdire i fasti delle sorelle Fontana. Tra l’altro, non ne avrebbe neanche il tempo, visti gli impegni istituzionali e familiari piuttosto gravosi cui deve far fronte. Ma la Merkel viterbese si rende conto che i rapporti tra Comune di Viterbo e Regione debbano migliorare, e di molto, altrimenti non si va da nessuna parte. “Sì, è vero – esordisce – che alcune difficoltà ci sono. Diciamo che fino a oggi c’è stato un rapporto altalenante, nel quale la disponibilità manifestata a parole non sempre s’è tradotta in fatti”. Insomma, tutt’altro che rose e fiori.

La vicenda dei rifiuti romani è stato forse l’episodio che ha generato i maggiori attriti.

“Sì, ammette Luisa Ciambella – quello è stato senza dubbio l’aspetto più difficile da gestire. Io capisco tutto. A cominciare dalle difficoltà cui l’amministrazione Zingaretti ha dovuto far fronte perché si è trovata a dover gestire una situazione ereditata dal passato. Quindi, un banco di prova importante, direi quasi vitale. Il problema è che il cittadino viterbese ha avuto la netta percezione che sia stato gestito sulla sua pelle. Forse ci sarebbe stato bisogno di più informazione, di più collaborazione, di maggiore sinergia, per arrivare a una soluzione condivisa. Purtroppo, così non è stato”.

L’è tutto da rifare, come diceva Ginettaccio Bartali?

“No, non è proprio così. Ma è certo che, dopo un periodo di rodaggio, andrebbe fatto un tagliando, come si fa per le autovetture. Il Comune su questo ha la massima disponibilità, giacchè non è possibile operare se non ci si parla e non si collabora fattivamente”.

Allora serve un cambio di passo?

“Esatto. Serve un atteggiamento costruttivo e improntato alla massima serietà. Torno sui rifiuti: il Comune di Viterbo non vuol mettere assolutamente in discussione il principio della solidarietà, soprattutto quando c’è da affrontare un’emergenza, anche perchéP questo principio è ormai divenuto una prassi. Ma il tutto va fatto con estrema chiarezza e attuando anche un certo principio di equità. Quindi, va bene l’emergenza solo se è per un breve periodo. Ma fino a oggi nessuno ci ha detto quanto durerà questa emigrazione dei rifiuti romani a Viterbo”.

Scusi, ma nella maggioranza non ci sono anche due consiglieri regionali espressi dal territorio?

“Sì, ma non è che ci abbiano tutelato più di tanto. Anzi. E questo è il motivo per il quale il sindaco Michelini ha chiesto di essere ascoltato in commissione rifiuti, che tra l’altro è presieduta da Enrico Panunzi…”.

E quindi?

“La speranza è che si rendano conto che il loro ruolo è importantissimo, perché è la cerniera tra il territorio e la stanza dei bottoni. Io comunque credo che possano svolgere il loro ruolo al meglio”.

Di fronte a tutto ciò che futuro prevede per la Tuscia?

“Il patto per Viterbo va rilanciato. Serve più collaborazione. Bisogna fare di più e in tempi diversi. Soprattutto la Regione dovrebbe mitigare quel “romanocentrismo” cronico di cui è sempre stata vittima e che da sempre ha penalizzato le altre province. E poi: se le cose vanno male, vanno male per tutti. Comune e Regione. Chiaro, no?”

Allora lei è ottimista…

“Beh, spero che da lunedì (a congresso regionale del Pd concluso, ndr) si possa ricominciare a lavorare in modo diverso: tutti dalla stessa parte”.

Perché ora state su sponde opposte…

“Il gruppo dei cattolici popolari, alle primarie regionali in programma domenica, ha deciso convintamene di appoggiare Lorenza Bonaccorsi perché s’è reso conto che anche nel partito ci vuole un cambio di passo. Proprio quello che sta imprimendo Matteo Renzi. Altrimenti si costruisce un’autostrada per Beppe Grillo…”.

e zingaretti?

“Beh, lui appoggia Fabio Melilli”.

Un’ultima curiosità: come mai non è venuto alla presentazione dei progetti plus?

“Aveva cose più importanti da fare. A Civita Castellana…”

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

2   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    Parola di peppebucìarda.

  2. Giorgio Molino scrive:

    Ma l’onorevolino Riccardino Valentini, ovvero la testa più lucida della Pisana, dove è stato eletto, forse a Zagarolo?

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da