26042017Headline:

Esattorie: dal Comune duplice strategia

Leonardo Michelini

Leonardo Michelini

Esattorie verso una svolta? Forse è presto per dirlo, ma nella riunione svoltasi ieri mattina in prefettura qualche idea nuova è venuta fuori.

Palazzo dei Priori sta infatti mettendo in atto una duplice strategia, che prevede il bando a corpo per la gestione della riscossione dello “spontaneo”. Una procedura che consentirà di fornire un supporto all’ufficio tributi per la riscossione ordinaria. In questo modo, attraverso una clausola di salvaguardia a tutela degli ex lavoratori Esattorie, si potrà auspicare un parziale riassorbimento dei dipendenti. Il Comune di Viterbo si è detto pure disponibile a porsi come stazione appaltante anche per tutti quegli enti che vorranno avvalersi di questo servizio. Ciò significherebbe, di conseguenza, aumentare il numero dei dipendenti da riassorbire.

E veniamo al coattivo. “Dal momento che questo Comune – ha detto il sindaco Michelini – ha sempre lavorato per salvaguardare tutti i livelli occupazionali, benché consapevole delle difficoltà e della complessità della vicenda, ha messo in campo un’ulteriore proposta che, auspichiamo, darà i suoi risultati con una tempistica più lunga”.

Palazzo dei Priori infatti, ha proposto di istituire un tavolo di lavoro tecnico per giungere alla costituzione di un organismo, o comunque di una modalità di gestione del coattivo, per tutti i comuni coinvolti da Esattorie, per tutti gli altri della provincia di Viterbo e non solo. Il tavolo, coordinato dal Comune di Viterbo, si comporrà di tutti i profili tecnici dei comuni che hanno già garantito la loro disponibilità, e cioè Montalto, Montefiascone, Valentano, Faleria, Marta, Tarquinia. Un tavolo comunque che resterà aperto a tutti gli altri comuni che vorranno condividere il lavoro, insieme all’avvocatura della Provincia e ai tecnici di Anci Lazio. Un tavolo che potrà contare anche sulla collaborazione dei tecnici messi a disposizione dai vari sindacati. Una sorta di cabina di regia che possa concretizzare un progetto praticabile, sia nella modalità che nella tempistica, facendo tesoro dell’esperienza maturata dall’Anci Toscana, per la gestione della riscossione coattiva, alla luce anche dell’eventuale interruzione, alla fine di questo anno, del servizio che la concessionaria di Stato oggi svolge.

La proposta di palazzo dei Priori, di cui il tavolo studierà la concreta fattibilità, è finalizzata al raggiungimento di un duplice obiettivo: garantire il maggior numero di livelli occupazionali e individuare una soluzione a un problema atavico come quello della riscossione coattiva che riguarda tutti i comuni. “Qualora tale proposta dovesse trovare concretezza – ha affermato il vice sindaco Luisa Ciambella – potremmo giungere a una soluzione in linea con i tempi, senza votarsi alle continue proroghe che contraddistinguono il sistema italiano”.

Non appena trascorse le festività pasquali si procederà con la prima riunione operativa del tavolo tecnico.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da