26022021Headline:

Tutto il consiglio comunale minuto per minuto

Edizione straordinaria: il sindaco porta i dati ("Non è una città insicura"), poi odg bipartisan

Marini e Insogna incontrano gli ex lavoratori del Mercatone uno

Marini e Insogna incontrano gli ex lavoratori del Mercatone uno

A quasi due mesi dagli incresciosi fatti di Santa Rosa (risse, una torcia lanciata contro la Macchina, aggressione ad un consigliere comunale), e con un omicidio di mezzo, si riunisce oggi il consiglio comunale straordinario sulla sicurezza (chiesto da due consiglieri del Gruppo misto e da Fondazione). Che a questo punto di straordinario ha davvero poco. Anche perché nel frattempo si sono tenute diversi vertici, summit, riunioni, trust di cervelli, a livello molto più alto e qualificato, cioè in Prefettura, con i massimi rappresentanti delle forze dell’ordine, della procura, e di tutti gli organismi competenti (molto più competenti). Insomma: le misure per contrastare un’eventuale (eventuale) emergenza sicurezza nel capoluogo dovrebbero già essere strati trovati. Riusciranno, i consiglieri comunali, ad aggiungere qualche cosa di utile? Uno spunto, un guizzo? Oppure sarà il solito pomeriggio di cazzeggio, più ordinario che straordinario?

Ore 15.25 Prima che si cominci – semmai si comincerà – sale a Palazzo dei priori una rappresentanza degli ex lavoratori del Mercatone uno, che incontrano l’assessore allo Sviluppo economico Perà: “Ci ha detto di aspettare e vedere che succede”, spiegano dopo i dipendenti.

Ore 15.30 Arriva il presidente Marco Ciorba. Molto delusi quelli che credevano che il consiglio di oggi sarebbe stato presieduto da Chuck Norris in persona.

Arduino Troli tra i banchi: bentornato, vecchio leone bagnaiolo

Arduino Troli tra i banchi: bentornato, vecchio leone bagnaiolo

Ore 15.50 C’è il numero legale. Ma prima di cominciare, l’applauso della sala d’Ercole (maggioranza e opposizione) è per il consigliere Arduino Troili (Pd), che torna al suo posto dopo una lunga assenza per problemi di salute. Ben ritrovato, vecchio leone bagnaiolo.

Ore 15.55 Micci (Gruppo misto) legge un ordine del giorno firmato da lui, da Galati e da Santucci, che impegna il sindaco e la giunta “a impegnare un capitolo specifico del bilancio 2016 per iniziative sociali e culturali per contrastare i comportamenti violenti e antisociali, l’accattonaggio, il consumo di alcol e/o sostanze stupefacenti, espletamento di bisogni corporali in pubblico, eccetera eccetera”.

Il sindaco Michelini cita i dati sulla sicurezza: tutti in calo

Il sindaco Michelini cita i dati sulla sicurezza: tutti in calo

Ore 15.58 Michelini: “La situazione della sicurezza deve essere valutata non solo dalla percezione, ma anche dai dati reali che ci danno la Prefettura e le forze dell’ordine. Che non sono negativi, anzi, piuttosto positivi anche rispetto al passato. A Santa Rosa, per dire, sono stati registrati zero furti nelle abitazioni. Hanno rubato sei autoradio. Nel complesso, i furti nelle case sono scesi dai 918 dell’anno precedente ai 537 di quest’anno. I furti in genere da 237 sono calati a 113. Insomma, Viterbo non è una città insicura, le città insicure sono altre, anche se ci sono sicuramente delle situazioni che meritano attenzione. Aggiungo anche che il potere di fare ordinanze sulla sicurezza il sindaco lo svolge in funzione di ufficiale di governo, su autorizzazione del prefetto quando ci siano situazioni di particolare urgenza. Altrimenti sarebbe un sindaco sceriffo, che si sostiuisce alle forze dell’ordine”.

Ore 16.07 Ma torniamo alle cose serie: oggi è il compleanno della consigliera Melissa Mongiardo (Pd): auguri, auguri, auguri vivissimi.

Ore 16.15 “Dobbiamo fare più iniziative per i giovani, cose sociali, un programma di medio termine. Dobbiamo riscoprire i valori di una volta”. Il rischio di cadere nella banalità e nella masturbatio grillorum (niente a che vede con il Movimento Cinque Stelle) si fa pericolosamente concreto. Aiuto (L’aspetto positivo è che se continua così l’ora dello spritz si avvicina),

I banchi della maggioranza

I banchi della maggioranza

Ore 16.19 Taborri (Gruppo misto o Ncd, fate voi): “Il nostro compito non deve essere quello di sostituirci alle forze dell’ordine, ma di fornire loro dei consigli utili”. Ma siamo sicuri che le forze dell’ordine ve l’abbiano chiesto?

Ore 16.31 Il saggio Insogna (Gal): “Questo non è un consiglio straordinario. Non c’è il prefetto, non c’è il questore, non ci sono il comandante dei carabinieri o della polizia locale. E ci ritroviamo tra di noi, a parlare di argomenti triti e ritriti. E senza nulla togliere all’ordine del giorno dei colleghi consiglieri, invito a fare attenzione a votare documenti sull’onda dell’emozione per certi fatti di cronaca”.

Ore 16.40 CVD, come volevasi dimostrare: ci sarebbe sul tavolo un solo ordine del giorno, quello (deboluccio e un po’ troppo retorico) di Galati, Micci e Santucci. La maggioranza – che in questo consiglio comunale straordinario non ha mai creduto troppo – non avrebbe preparato niente. Non ci sono le autorità competenti. Dunque, che semo venuti a fa’? Ah già, il gettone di presenza… Per tutti gli altri, c’è lo spritz e, come stuzzichini, fiocchi d’aria fritta.

Ad una settimana di distanza, i ventilatori sono ancora lì, incellophanati sulla loggia dei Priori: non si sa mai, l'estate di San Martino è alle porte...

Ad una settimana di distanza, i ventilatori sono ancora lì, incellophanati sulla loggia dei Priori: non si sa mai, l’estate di San Martino è alle porte…

Ore 16.45 Per completare il quadretto: mancano un po’ di assessori (Barelli e Ciambella sono in missione), e parecchi consiglieri pesanti, da Galati (ex carabiniere) e Santucci, che hanno presentato l’ordine del giorno, a Grancini (Fratelli d’Italia) che a Santa Rosa è stato pure vittima di un’aggressione in discoteca. L’unica sicurezza, al momento, è questa.

Ore 17.06 Serra (Pd) cerca di riportare sulla terra il consiglio dei legulei: “Invece di parlare dei massimi sistemi e proporre misure impossibili per i poteri che abbiamo, facciamo ciò che è alla nostra portata. Per esempio, cominciamo a fare un censimento delle case dove vivono gli extracomunitari in centro, perché sappiamo tutti che spesso non sono neanche case, e che gli affitti sono in nero. Magari affittati da quei viterbesi che in pubblico gridano al degrado portato dagli stranieri… Insomma, ripartiamo dalla legalità di base”.

Ore 17.13 Si interrompe per venti minuti. Spetta ai capigruppo apportare integrazioni all’ordine del giorno di Galati, Micci e Santucci e proporlo alla votazione del consiglio. Tutto qui.

Ubertini, Marini e Frontini durante l'interruzione

Ubertini, Marini e Frontini durante l’interruzione

Ore 17.29 Durante l’intervallo, le chiacchiere si concentrano sul ritiro, fresco fresco, delle dimissioni da parte di Ignazio Marino: “Ha fatto bene. E’ giusto che passi dal consiglio comunale perché l’aula è sovrana”, dice un consigliere. “Ancora intigna? Così è proprio finito”, ragiona una consigliera. Il più caustico: “Ha voluto fare l’ultimo scherzetto a Renzi. D’altronde, siamo ad Halloween”.

Ore 18.06 Perché tutto questo ritardo? I capigruppo non si mettono d’accordo? No, tranquilli: è solo che la bozza dell’ordine del giorno non è stata salvata sulla pennetta Usb. Insomma, prima della sicurezza in città, sarebbe il caso di occuparsi della sicurezza informatica.

Ore 18.30 Suona il campanello d’adunata, si riprende. E’ stato partorito un ordine del giorno condiviso da maggioranza e opposizione e questa, dopo gli scazzi degli ultimi mesi, le mozioni di sfiducia e le polemiche, sembra l’unica notizia del giorno. Sul contenuto dell’ordine del giorno, meglio sorvolare. Un unico indizio: Viterbo d’ora in poi sarà talmente sicura che Aleppo, in confronto, sembrerà Disneyland.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da