04072022Headline:

Tutto (o quasi) quello che c’è da sapere

Cronaca, eventi, teatro, sport e altro ancora...

CRONACA
Asili nido comunali. ultimi giorni per la domanda

asilo-nido_1C’è ancora qualche giorno per presentare la domanda di ammissione al servizio asili nido per l’anno scolastico 2015/2016. I termini sono stati infatti riaperti in via straordinaria e si chiudono domani. Le domande complete degli allegati richiesti potranno essere presentate con le seguenti modalità:  consegna a mano presso il protocollo generale del Comune di Viterbo, via Ascenzi 1, secondo piano (dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 12 e il martedì e giovedì anche dalle 16 alle 17); spedizione postale indirizzata a Comune di Viterbo – V Settore – Servizio Asili Nido – via Ascenzi 1 – 01100 Viterbo; invio tramite pec all’indirizzo asilonido@pec.comuneviterbo.it (in formato pdf). I moduli per le domande potranno essere ritirati presso il settore Servizi Sociali in via del Ginnasio 1: lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 10 alle 12 e martedì e giovedì dalle 15 alle 16,30. Inoltre il modulo di domanda è disponibile sul sito istituzionale www.comune.viterbo.it  – servizi online – avvisi pubblici – V settore. Le domande devono pervenire entro il 4 dicembre 2015, pena l’esclusione. Farà fede il timbro di arrivo apposto dal protocollo generale del Comune di Viterbo. Per le domande pervenute tramite pec farà fede la data risultante. I comitati di gestione degli asili compileranno un’unica graduatoria ai fini dell’assegnazione dei posti disponibili. La stessa sarà resa pubblica mediante affissione nei locali del settore Servizi Sociali, presso l’asilo nido comunale e sul sito internet del Comune. Nella graduatoria saranno indicati, con valore di comunicazione ai richiedenti, gli utenti ammessi al servizio, il nido assegnato, data e ora in cui presentarsi all’ufficio asili nido per l’accettazione. In caso di mancata presentazione, l’utente verrà considerato rinunciatario al nido assegnato.

Capitale europea del volontariato: Ciorba a Lisbonaciorba

Venerdì, il presidente della consulta comunale del volontariato Marco Ciorba (nella foto) interverrà al meeting di Lisbona, capitale del volontariato 2015, per la cerimonia conclusiva della candidatura a capitale europea del volontariato 2016/2017. “Abbiamo centrato in pieno l’obiettivo – sottolinea il presidente Ciorba -: siamo in finale con altre città di tutto rispetto come Roma, Londra, Edimburgo, Belfast. Il Comune di Viterbo è stato invitato a relazionare sui progetti portati avanti nel campo del volontariato. Le nostre iniziative sono considerate ‘buone prassi’ per gli stati membri dell’Unione europea. Significa che è stato fatto, che stiamo facendo e faremo ancora  un ottimo lavoro in questo prezioso, vitale e strategico settore del volontariato”. La cerimona si concluderà nel tardo pomeriggio con la proclamazione della città capitale europea del volontariato 2016/2017.

“Altri alberi abbattuti nella zona di Villanova”

villanova 1Si abbattono altri alberi nel quartiere Villanova a Viterbo. Dopo la distruzione di una decina di pini nell’area privata all’incrocio tra via Villanova e via Garbini, avvenuta quindici giorni fa, altri alberi sono stati abbattuti in un terreno dove aveva sede un centro revisioni per autovetture. A denunciare la grave situazione sono le associazioni ambientaliste Fare Verde e Coordinamento Rifiuti Zero Lazio. villanova casale

“In un’area privata – denunciano le due associazioni ambientaliste – davanti all’istituto Orioli, all’incrocio tra via Villanova e strada Cassia Nord, sono in corso da alcuni giorni lavori di sbancamento con una ruspa che hanno già portato alla perdita di alcune alberature. Non sappiamo chi sta facendo queste operazioni, anche perché non c’è nessun cartello esposto. Abbiamo timore che analoga sorte tocchi presto a un bellissimo viale alberato limitrofo all’area dei lavori. Infatti, alcuni di questi alberi hanno già dei rami danneggiati. Inoltre, nell’area è presente un casale che deve essere assolutamente tutelato. Dopo l’incredibile abbattimento di Castel Firenze, in via Santa Maria della Grotticella nel giugno 2014, abbiamo timore anche per la sorte di questo manufatto”.

villanova viale alberato“Una cosa è certa – concludono – nel silenzio delle istituzioni locali continua la distruzione del patrimonio arboreo del quartiere Villanova e della città di Viterbo. È urgentissimo l’intervento dell’amministrazione comunale e della Polizia Locale”.

Green Connection, ecco l’ecocompattatore

Green Connection, se ne parla oggi. Doppio appuntamento per la presentazione del progetto patrocinato dal Comune di Viterbo. Il primo alle 10, nella sala consiliare di Palazzo dei Priori, insieme ai ragazzi delle scuole, e poi alle 11 in piazza Martiri d’Ungheria per l’inaugurazione dell’ecocompattatore. Lo comunica l’assessore all’ambiente Andrea Vannini che anticipa qualche dettaglio sull’iniziativa. “Il progetto Green Connection riguarda la raccolta differenziata premiante del PET. Ovvero, in cambio di imballaggi e/o bottiglie di plastica vuote, conferite direttamente presso un moderno ed ecologico compattatore, si riceverà un bonus, uno sconto riservato a tutti i cittadini virtuosi di Viterbo che vorranno utilizzarlo. Il progetto che vede in prima linea l’azienda DM – servizi per l’ecologia, che ha acquistato il macchinario, e la collaborazione di Eurven, leader in Italia nella ricerca, progettazione e produzione di sistemi per la riduzione del volume dei rifiuti, verrà illustrato oggi. Il primo ecocompattatore sarà posizionato a piazza Martiri d’Ungheria. Il sistema è semplice e il bonus potrà essere utilizzato presso gli esercizi commerciali convenzionati. L’iniziativa ha anche una finalità solidale che verrà perseguita attraverso la cessione di tappi destinati a Viterbo Civica per attività benefiche. In mezzo a tante difficoltà gestionali, legate a vicende giudiziarie, fino alla recente interdittiva antimafia a Viterbo Ambiente, ci troviamo a promuovere un’iniziativa semplice, puntuale, che lancia un messaggio virtuoso ed efficace alla cittadinanza riguardo alla raccolta differenziata”.

Civita Castellana  punta su Street Art e Cortometraggio

street art

Arte giovane e contemporanea: Civita Castellana dice sì alla Street Art e al Cortometraggio attraverso due importanti regolamenti approvati dal consiglio comunale. Viene istituzionalizzato un concorso sulla Street art che porterà ogni anno un diverso “murales” in luoghi sia pubblici che privati, creando un percorso concettuale che attraverserà tutta la città e fornirà luoghi riconosciuti e dedicati all’espressione di questa forma creativa. Inoltre ogni anno la città si dedicherà al Cortometraggio, accogliendo e proponendo le proposte di questo genere cinematografico che avrà uno spazio dedicato all’interno della programmazione culturale annuale del comune. “Come ho avuto modo di dire in Consiglio, la vivacità culturale della nostra città negli ultimi anni è visibilmente in crescita, come la partecipazione dei cittadini agli appuntamenti che si sono moltiplicati: questa è una nota estremamente positiva – dichiara il sindaco di Civita Castellana Gianluca Angelelli – In questo contesto di rinato interesse culturale e artistico in consiglio comunale abbiamo approvato  due importanti regolamenti. Con il concorso annuale di street art ogni anno selezioneremo un muro, un immobile, un luogo da abbellire con un tema specifico; tutti gli artisti interessati potranno partecipare al concorso presentando un bozzetto; una giuria imparziale selezionerà il più bello e meritevole e l’artista, oltre a realizzare l’opera a spese del comune, riceverà anche un piccolo premio in denaro. Inoltre abbiamo approvato il regolamento sul Festival del Cortometraggio. Il primo Festival è già in corso ed in programmazione all’interno degli appuntamenti di Civitonica 2015, nelle domeniche culturali alle Carcerette. Il tema del concorso è e sarà libero, i corti potranno essere sia analogici che digitali, della durata di 20 minuti massimo e, se stranieri, con sottotitoli. Il regolamento istituzionalizza questo progetto culturale che nasce dalla volontà del gruppo di CiviTonica e, in particolare, dall’infaticabile passione di Vanessa Losurdo, a cui va un mio speciale ringraziamento. Ricordo che tutti i cittadini possono partecipare e portare il loro contributo nell’organizzazione di CiviTonica”. Con il concorso “Falisca Street Art contest” il Comune di Civita Castellana bandisce, per l’anno 2016 e quelli a venire, un concorso per la realizzazione di un murales o graffito, con l’intento di valorizzare questa arte come forma comunicativa ed espressiva e accrescere la sua integrazione nel territorio. Il concorso è aperto a tutte le persone tra i 16 e i 30 anni. Le opere, di volta in volta, saranno disposte in una zona selezionata dalla Giunta, sia di proprietà comunale che, dietro apposita autorizzazione e liberatoria, privata. Per la realizzazione del murales o graffito verrà fornito  il materiale necessario, e in particolare bombolette spray oppure colori acrilici e materiale adeguato. Il tema del concorso per l’edizione 2016 del Falisca street art contest è l’Immigrazione.

E’ nata la community dei formatori CNA

CNA Formatori Foto di gruppo AE’ nata la community dei formatori CNA. Ne fanno parte, per ora, i 33 esperti che hanno partecipato al corso per la “formazione dei formatori” voluto dall’associazione di rappresentanza delle imprese e da CNA Sostenibile, sia per il personale interno sia per i collaboratori impegnati in qualità di docenti nei corsi organizzati dalla società del sistema CNA accreditata per la formazione. Soddisfazione ed emozione per la nuova sfida sono state espresse in occasione della consegna degli attestati, da Luana Melaragni, responsabile di CNA Sostenibile, Silvia Ramirez Pizarro, consulente aziendale senior e coach certificata ICF, formatrice, e Luigia Melaragni, segretaria della CNA di Viterbo e Civitavecchia. “La formazione – sottolinea quest’ultima- è decisiva per la crescita di competitività. Ecco perché nel 2008 avviamo l’iter mirato all’accreditamento, in questo specifico settore, della nostra struttura per i servizi specialistici alle imprese”. “Se la formazione deve portare valore aggiunto all’interno dell’azienda e contribuire dunque all’innovazione, occorre poter incidere sulla preparazione metodologica dei formatori, che sono veri motori di cambiamento. E’ con questo obiettivo – spiega Luana Melaragni – che abbiamo progettato l’esperienza appena conclusasi, finanziata dalla Regione Lazio con i fondi Fse-Por”. Sono stati realizzati tre distinti percorsi, della durata, ciascuno, di 44 ore. “Abbiamo avuto l’opportunità di fare sperimentazione. Questa community di formatori – sottolinea Ramirez Pizarro – può davvero segnare la differenza. Sarà importante proseguire nel lavoro iniziato e trovare periodicamente occasioni di condivisione”. La progettazione del corso è stata curata da Raffaela Romanelli, mentre Rachele Belloni ne ha curato l’organizzazione. Tutor, Mauro Piermartini.

Il terzo congresso provinciale Ipasvi Viterboipasvi 1

A Palazzo dei Priori il terzo congresso provinciale Ipasvi Viterbo per infermieri, infermieri pediatrici e assistenti sanitari. All’evento, dal titolo “Il Nursing tra multiculturalità, interculturalità, mondializzazione, internazionalizzazione – Solo chiarezza nella terminologia e cambio di paradigmi?, hanno partecipato il vice sindaco Luisa Ciambella e la delegata comunale alle politiche sanitarie Martina Minchella.  “Fino a qualche tempo fa, quando si parlava di salute, si faceva stretto riferimento alla malattia fisica. Oggi, quando si parla di salute, si intende anche l’aspetto psicologico e più ancora quello sociale. Voi, professionisti della salute – sottolinea il vice sindaco Ciambella rivolgendosi ai rappresentanti Ipasvi Curzi e Cuboni – ogni giorno vi dovete confrontare con una società multiculturale, che cambia continuamente anche in considerazione degli attuali flussi migratori. In ambito sociale voglio ricordare l’importanza dell’apertura del primo ambulatorio infermieristico nel quartiere Carmine. Un progetto portato avanti in collaborazione con la Asl che il Comune ha fortemente voluto per offrire una risposta alle tante esigenze del nostro territorio. Ricordo che questo nostro progetto è partito anche grazie all’entusiasmo, alla condivisione e alla preziosa collaborazione di Marco Cuboni. Tantissime le persone che si rivolgono all’ambulatorio infermieristico. Per questo motivo stiamo lavorando per ripetere l’esperienza al quartiere Santa Barbara”. Il consigliere delegato Minchella parla invece dell’evoluzione della figura infermieristica. “La sanità deve essere accessibile e integrata. Oggi la vostra categoria ha una propria autonomia, un ruolo importante, ottenuto e conquistato negli anni. L’aggiornamento professionale è fondamentale per continuare quel percorso che vi vede in prima linea, con la vostra competenza, a contatto con i pazienti”. L’appuntamento ha fornito una serie di riflessioni in merito alla disciplina del Nursing, su alcune terminologie, metodi e strumenti che consentono l’evoluzione della professione stessa

Abio organizza un corso di formazione 

abio-logoA dicembre avrà inizio un corso di formazione (gratuito) per diventare volontario ABIO – Associazione per il Bambino in Ospedale – che opererà presso la Pediatria dell’ospedale di Belcolle di Viterbo. Il primo incontro informativo è in programma domani presso il CESV (Via Garbini, 29/g-Viterbo) con due turni a scelta: alle 15 e alle 17. Il corso è composto da 5 lezioni: un incontro informativo, un incontro di selezione – autovalutazione, aspetti igienico-sanitari-comportamentali, approfondimenti sull’importanza del gioco in ospedale, un seminario psico – motivazionale, oltre a 60 ore di tirocinio in ospedale Per partecipare bisogna essere maggiorenni ed è indispensabile iscriversi telefonicamente al numero 3248637263 oppure per e-mail: abiovtformazione@libero.it. L’iscrizione è gratuita e non vincolante per la successiva partecipazione al corso.

EVENTI

Anche Viterbo contro la pena di morteEdward McCarty

In occasione della Giornata mondiale Città per la vita, Città contro la pena di morte. il Comune di Viterbo accoglie con decisione e fermezza la richiesta della Comunità di Sant’Egidio, ovvero collaborare all’organizzazione del convegno contro la pena di morte, in programma sabato, dalle 10 alle 12 al Pala Expo. “Ogni anno – spiega l’assessore Giacomo Barelli – la città di Viterbo ha aderito illuminando un monumento simbolico. Quest’anno la Comunità Sant’Egidio ci chiede la compartecipazione in occasione dell’evento culturale contro la pena di morte. Si tratta di un importante appuntamento, sia per la tematica che gli illustri ed esperti relatori andranno ad affrontare, sia per la testimonianza che verrà riportata. Al centro del convegno ci sarà indubbiamente l’esperienza vissuta da Curtis Edward McCarty (nella foto a destra), ex condannato a morte negli Usa, poi liberato perché innocente dopo 22 anni, di cui 19 nel braccio della morte. E sarà lo stesso McCarty, presente all’incontro, a raccontare la sua vicenda al pubblico. Considerata l’importanza della tematica, si è ritenuto opportuno coinvolgere anche i ragazzi dell’ultimo anno di scuole superiori della città. Ringrazio la Comunità Sant’Egidio per aver coinvolto il Comune di Viterbo in questo nobile e importante evento”.

Pagine a colori, week end con divulgazione scientifica e arte dell’illustrazione

Laboratorio didattico-scientificoWeek end di “Pagine a colori” tra divulgazione scientifica e l’arte dell’illustrazione. Sabato, alle 16.30, la sala delle Arti della biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli”, in via Umberto I 34 a Tarquinia, ospita l’incontro “I lampi di genio che hanno cambiato il mondo” tenuto da Luca Novelli scrittore, disegnatore, giornalista e autore di una lunga serie di libri di scienze tradotti in molti paesi del mondo. Novelli, a insegnanti, genitori ed educatori, parlerà di come “raccontare le scienze ad adulti e bambini. Dalle macchine del tempo di Einstein al viaggio con Darwin, dal processo di Galileo alle oche di Lorenz”. Domenica, alle 16, nell’ex sala capitolare degli Agostiniani di San Marco, alla barriera San Giusto, Antonio Boffa, illustratore di albi per l’editoria dell’infanzia, pittore, incisore, ceramista, terrà il laboratorio “Piccolo albero e l’uccellino color del mare” per i bambini tra i 5 e i 10 anni. Un laboratorio dove “un piccolo albero e un uccellino blu parlano e si dicono tante cose. Eppure non hanno voce. Ma basta osservare cosa fanno dentro le pagine di un libro… per scoprire i loro colori e provare a disegnarli…”.

All’Unitus si parla di ingegneria dell’automazionemassimiliano mattei
Venerdì alle 10 presso la sede di Ingegneria dell’Università della Tuscia il professor Massimiliano Mattei (nella foto a fianco), professore di Meccanica del Volo e Pro Rettore della Seconda Università di Napoli, terrà un seminario dal titolo “Ingegneria dell’Automazione: dalla Meccanica del Volo alla Fusione Termonucleare a confinamento magnetico”. Il seminario avrà l’obiettivo di fornire una panoramica su alcuni algoritmi di controllo moderno di sistemi complessi quali velivoli ad alte prestazioni o reattori per la fusione termonucleare. Si tratta del terzo appuntamento del ciclo di quattro seminari dal titolo “L’automazione, il calcolo numerico e la costruzione di componenti meccanici. Applicazioni nell’ambito della ricerca scientifica e delle attività industriali”. Il secondo incontro, tenutosi il 13 Novembre scorso ha visto un aula stracolma con docenti, ricercatori e studenti di Ingegneria, studenti dell’ITIS “Leonardo da Vinci” e rappresentati dell’Ordine degli Ingegneri di Viterbo ad ascoltare le imprese di costruzioni meccaniche Fantini Sud Spa (vedi foto sotto) e Walter Tosto SpA, vincitrici di commesse multimilionarie per la costruzione di componenti altamente tecnologici per grandi progetti di ricerca come l’esperimento sulla fusione termonucleare ITER, che sarà costruito in Francia (costruzione della camera da vuoto, i magneti, le bobine super-conduttrici) o l’esperimento OPERA, presso i laboratori del Gran Sasso, che studierà il fenomeno delle oscillazioni del neutrino (realizzazione di diverse attrezzature e componenti come le strutture per il montaggio degli spettrometri o gli scambiatori di calore degli avvolgimenti in rame). Con le stesse imprese sono stati definiti degli accordi per permettere ai giovani laureandi di Ingegneria della Tuscia di svolgere attività di tirocinio e di tesi presso le loro strutture

Casa delle Fiabe, riparte l’attività nella sede al Pilastro

casa delle fiabe“Le fiabe non insegnano ai bambini che i draghi non esistono, loro lo sanno già. Le fiabe insegnano ai bambini che i draghi si possono sconfiggere”. Nuova stagione per “La Casa delle Fiabe”. Al Pilastro il laboratorio creativo ed espressivo sulla fiaba, per bambini da 6 a 10 anni, curato da “La Casa delle Arti” in collaborazione con l’associazione Apertamente. La Casa delle Fiabe nasce come luogo di incontro educativo rivolto specificamente ai bambini negli spazi de La Casa delle Arti – Officina culturale di Viterbo, in via Cristofori 8 al Pilastro. Un laboratorio creativo ed espressivo pensato per offrire stimoli utili alla crescita cognitiva, emotiva e sociale con la finalità di promuovere l’acquisizione di strumenti utili per affrontare gli specifici compiti evolutivi che i bambini si ritrovano a dover risolvere crescendo. Il bambino è protagonista attivo del proprio sviluppo, delle proprie esperienze e conoscenze, pertanto il laboratorio si configura come uno spazio di auto-apprendimento, di sperimentazione e di esplorazione in cui potenziare le proprie abilità cognitive, affettive e di socializzazione attraverso la lettura, il gioco e le attività artistiche visuali, promuovendo di fatto un’integrazione dinamica tra le proprie potenzialità e l’ambiente circostante. Per i bambini il mondo delle fiabe costituisce uno dei primi tramiti simbolici di lettura e possibile comprensione della realtà. Allo stesso tempo le fiabe si rivelano un tramite prezioso attraverso il quale poter sistematizzare le proprie conoscenze e credenze riguardo il mondo e le caratteristiche delle azioni umane, del sistema di norme e valori propri della cultura in cui vivono. Il laboratorio sarà strutturato in incontri settimanali. Ogni incontro avrà inizio con la lettura e l’ascolto partecipato di una fiaba, preferendo storie poco conosciute e ricorrendo anche a fiabe di culture diverse. La lettura sarà seguita da una rielaborazione verbale e da un momento di condivisione. La seconda parte dell’incontro è destinata invece ad attività artistico-creative, capaci di stimolare l’espressività. L’appuntamento è tutti i giovedì dalle 15,30 alle 17. La partecipazione è gratuita.

Gli appuntamenti al Museo del Fiore di Aquapendente

Il Natale nell’Alto Lazio inizia domani  al Museo del fiore, con una caccia al tesoro, che ha già visto la partecipazione di tanti bambini nel mese di novembre.  Nella sala mostre, sarà invece esposta la mostra fotografica “Obiettivo mammiferi” del giovanissimo Michele Bavassano, che proprio in questi giorni festeggia i suoi primi 10mila followers su Facebook.  Sempre dedicato alle famiglie con bambini, i Musei civici e la Cooperativa L’Ape Regina, propongono  “Durante le feste al Museo c’è…”, nove appuntamenti dedicati alla natura, alla storia e alla creatività.

Caprarola, alla scoperta di palazzo Farnese

Palazzo Farnese, Caprarola

Palazzo Farnese, Caprarola

Approfittando dell’entrata gratuita, Antico Presente invita a visitare e scoprire domenica il grandioso Palazzo Farnese di Caprarola. Incastonato tra i Monti Cimini ed in prossimità del lago di Vico, fu definito formula suprema del Cinquecento italiano. Vi resero opera i più illustri architetti e pittori dell’epoca per celebrare ed immortalare negli affreschi i fasti della famiglia Farnese tramite allegorie, scene mitologiche e scientifiche dettate dagli umanisti, ma anche dallo stesso Cardinale Alessandro.  Gli affreschi nelle stanze ci permetteranno di sfogliare una sorta di album di famiglia che, seppur in forma celebrativa, ci racconta la vita di una delle famiglie nobili più importanti del ‘500. Un sontuoso giardino con annesso parco (non sempre visitabile) completano all’esterno la villa, svelando agli occhi dei visitatori fontane dalle più particolari forme, scherzi d’acqua e sculture. Durata 2 ore e mezza. Al termine, per completare la conoscenza del luogo, un piccolo assaggino dei prodotti che caratterizzano il territorio ed il periodo. Appuntamento alle 9.30  a Caprarola all’entrata del Palazzo Farnese. Minimo 15 partecipanti. Prenotazione obbligatoria e possibilmente entro venerdì. L’escursione è valida per i coupon di Viviemozioni “Escursioni nei più belli o segreti borghi della Tuscia”; il costo è di 5 euro per i soci 5,00€ (il costo della tessera annuale è di 10 euro e sarà valida per tutto il 2016 ).  Informazioni e prenotazioni: Sabrina 339.5718135  info@anticopresente.it    www.anticopresente.it

TEATRO

fiore di cactus

Ultimo appuntamento, domenica alle 17, con la prima parte della rassegna nazionale Fabrica Festival dedicata al teatro. In scena al PalaArte di Fabrica di Roma “Fiore di Cactus” con la compagnia Ramaiolo in Scena di Imperia. Scritta nel 1964 da Pierre Barillet e Jean Pierre Gredy, “Fiore di cactus” è una divertente commedia che ha collezionato una serie interminabile di successi in tutto il mondo, culminati con tre anni di repliche ininterrotte a Broadway ed una memorabile interpretazione di Lauren Bacall. Considerato ormai un classico del teatro leggero, Fiore di cactus riesce a divertire senza scadere mai nel ridicolo o nel banale, ma grazie ad una galleria di imprevedibili incastri di equivoci e sotterfugi che animano la narrazione.  La rassegna, elaborata con la direzione artistica di Carlo Ciaffardini e la collaborazione dell’ufficio  cultura del comune di Fabrica, è sostenuta con il contributo della Regione Lazio. Costo: 5 euro; info: http://www.comune.fabricadiroma.vt.it/ 0761-569001.

SPORT

Sergio Pollastrelli e l’Asd Barco Murialdina premiati dal Coniconi 1

Sergio Pollastrelli e la Asd Barco Murialdina 1946 che presiede da 30 anni, sono stelle Coni al merito sportivo, nella felice ricorrenza del settantennale della storica Associazione sportiva. fondata nel lontano 1946 all’Oratorio del Murialdo. Nella Sala Regia del Comune di Viterbo il presidente Viola, nel corso della annuale premiazione del CONI REGIONALE, ha consegnato le Stelle di merito per l’attività svolta per l’anno in corso e per il passato a dirigenti, atleti, tecnici e società sportive alla presenza delle massime autorità sportive e politiche. Per il settore calcio il Coni regionale ha così voluto assegnare l’importante premio al merito sportivo, come giusto riconoscimento per l’impegno ultradennale rispettivamente da loro profuso per le attività sportive, oltre che etico sociali, a favore soprattutto di tante generazioni di giovani, per la loro sana crescita psicofisica e come scuola di vita. Per l’Asd Barco Murialdina ed il suo presidente, per la massima e scrupolosa cura per la prevenzione infortunistico sanitaria degli atleti con il progetto “LO SPORT PER LA VITA – NON LA VITA PER LO SPORT”, convenzionato, primi nel Lazio, sin dal 2008 con l’Istituto Universitario di medicina dello sport di Tor Vergata, tramite l’equipe del prof. Mariani di Villa Stuart, dotandosi all’uopo di due defibrillatori, abilitandone 30 istruttori e dirigenti con corsi BLSD, con convegni sul tema “La vita non ha prezzo …una scelta di cuore”, con relatore il prof. Brozzi, già medico sociale della Roma, progetto poi fatto proprio dal Comitato Regionale Lazio LND SGS della FIGC. Il presidente Pollastrelli come dirigente sportivo  e imprenditore sociale, per le sue istituzionali attività amministrative e politiche da consigliere dei Comuni di Viterbo, di Montalto di Castro e di Vitorchiano per essersi prodigato per la realizzazione degli impianti sportivi di quei Comuni , e da senatore della Repubblica, insieme al senatore Viola, allora presidente della Roma, ha contribuito a promuovere importanti leggi per lo sport, come la legge N. 91 E la N. 398.

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da