30112022Headline:

Gran pienone per il Tuscia in Jazz Spring

Dal 24 al 28 programma di assoluto valore. E al Muvis si mangia a partire da 10 euro...

Zeppetella, uno dei protagonisti del Tuscia in Jazz Spring

Fabio Zeppetella, uno dei protagonisti del Tuscia in Jazz Spring

Cvd. Come volevasi dimostrare. La locuzione utilizzata nelle lunghe dimostrazioni di teoremi di matematica è per gli studenti un sospiro di sollievo: sono arrivato alla fine e ce l’ho fatta. Nel caso specifico, diventa invece un sospiro di rabbia e di rammarico. Ma le regole del buon giornalismo impongono di non tergiversare oltre e di dare subito la notizia perché si è tergiversato già parecchio. E allora il fatto è che, a pochi giorni dall’inizio della versione primaverile del Tuscia in Jazz, è ormai impossibile trovare un posto letto nel centro storico di Castiglione in Teverina. Naturalmente, un’ottima notizia per lo splendido borgo arroccato sulla Teverina e per gli operatori della zona; pessima, di contro, per Viterbo e per il suo entourage economico-commerciale perché alberghi, agriturismi, b&b, ristoranti, bar e via dicendo della Città dei papi stavolta resteranno a secco. Così vanno le cose nella terra di Tuscia, che non è la squadra di basket che gioca nel campionato di serie B.

La locandina della rassegna

La locandina della rassegna

Per chi volesse pernottare nella zona di Castiglione in Teverina nei giorni del festival, ormai restano pochi posti solo nell’ostello di Sermugnano e nei bellissimi agriturismi del circondario. Oltre 100 persone provenienti da tutta Italia si riverseranno nei giorni di Pasqua nella modernissima struttura del Muvis Museo del vino per partecipare ai seminari e ai concerti del Tuscia in Jazz Spring. Ancora una volta il Tuscia in Jazz, dopo Ronciglione e Viterbo, riesce nel suo intento di promuovere il territorio attirandoogni anno centinaia di turisti che seguono il festival nelle differenti location.

Dannie

Donnie Mc Caslin, un altro protagonista

Castiglione in Teverina, grazie all’importante spazio del Muvis e al tessuto associativo della città ,si candida per essere una delle tappe più belle del festival anche negli anni a venire. Insieme a Bagnoregio con la sua Civita, Castiglione in Teverina rappresenta al meglio la scelta del festival di investire sul territorio della Teverina, sulla sua strada dei Vini e Civita di Bagnoregio. E qui arriva la seconda notizia: nel 2016 il Tuscia in Jazz Festival si terrà per intero nella Teverina. Dopo il festival di Pasqua e il concerto del 25 aprile di Robert Glasper, la rassegna tornerà per realizzare i suo concerti ed i suoi seminari in luglio a Castiglione in Teverina e Bagnoregio.  Tornando al festival di Pasqua che si terrà dal 24 al 28 marzo a Castiglione in Teverina, in programma grandi nomi della musica come Donnie Mc Caslin, Nate Wood, Elisabetta Antonini, Jason Lindner, Aldo Bassi, Matt Clohesy, Fabio Zeppetella e Harold Bradley.

Una veduta di Castiglione in Teverina

Una veduta di Castiglione in Teverina

Protagonista del festival sarà ovviamente anche il vino con le prestigiose case vinicole del territorio presenti al festival e i prodotti della cucina locale.  Grazie poi alla moderna e nuovissima struttura del Muvis Museo del Vino, 2.200 mq al coperto su cinque piani, il Tuscia in Jazz Spring non sarà influenzato dalle possibili piogge di quei giorni, anzi sarà una valida alternativa a giornate di festa chiusi in casa. Dal 24 al 28 marzo nel ristorante del Muvis sarà possibile mangiare sia a pranzo che a cena a partire da 10 euro. Dopo i concerti ogni sera, anella strutura si terranno delle jam session aperte a tutti con degustazione di vini e spaghetti a mezzanotte. Per il programma dettagliato del festival si può visitare il sito www.tusciainjazz.it o la pagina Facebook/tusciainjazz. Per info e prenotazioni 339 7064679. Per chi fosse interessato a passare qualche giorno a Castiglione in Teverina possibilità di pernotto a partire da 20 a notte (per informazioni si può contattare Danila Mele al numero 348 0306158 o tramite l’e mail booktusciainjazz@gmail.com).

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da