17062019Headline:

Gli amputano una gamba per un’infezione, alla sbarra medico di Belcolle

Due periti per stabilire se si sia trattato di un caso di malasanità

Gli amputano una gamba per un’infezione probabilmente non curata in maniera opportuna, alla sbarra un medico di Belcolle.

Il dottore, oggi non più in servizio, deve rispondere di lesioni colpose a carico di un 65enne che nell’aprile del 2012 si presentò al pronto soccorso dell’ospedale viterbese preda di forti dolori alla gamba a causa di una frattura.

Non sarebbero trascorsi che una manciata di giorni e per il paziente fu necessario un trasferimento d’urgenza a Roma: dalla frattura si sarebbe sviluppata un’infezione talmente grave da costringere l’equipe medica del nosocomio capitolino all’amputazione dell’arto.

Da qui la denuncia e il processo penale a carico del dottore: parti civili nel procedimento la moglie e la figlia del 65enne, che nel frattempo è deceduto.

Si è trattato di un caso di malasanità? L’uomo avrebbe potuto evitare l’amputazione della gamba? Il medico agì con imprudenza, negligenza e imperizia? Spetterà a due periti – un medico legale e un infettivologo – stabilire se la condotta del professionista possa aver portato al tragico epilogo e se non sia in alcun modo responsabile.

Avranno tempo fino al prossimo 18 settembre, poi la relazione sarà depositata sulla scrivania del giudice Silvia Mattei.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da