23112017Headline:

Basta coi protocolli pre-elettorali

Giulio Marini

Giulio Marini

Il sindaco Giulio Marini, in un impeto pre-elettorale, è in procinto di firmare un protocollo con alcune città a nord di Roma sul turismo: fermiamolo. Perché, senza giri di parole, credo che sia un accordo inutile. A cosa serve infatti firmare un protocollo con altre città che secondo le intenzioni dei sottoscrittori dovrebbe canalizzare i turisti romani nelle nostre realtà? Mi sembra inutile e pure insensato.

Intanto le amministrazioni pubbliche dovrebbero assecondare, aiutare, facilitare e rendere possibili progetti di privati che permettano di utilizzare il territorio come meta turistica, anziché firmare protocolli. Da Amsterdam, tanto per fare un esempio, partono ogni giorno decine di autobus privati che accompagnano i turisti in escursioni nei dintorni della città, oppure si dirigono fino in Belgio, a Bruges o ad Anversa. Perché da Roma non parte nessun autobus per Viterbo con escursioni nella Tuscia?  Ho partecipato a una di queste escursioni, della durata di un giorno, che partivano da Amsterdam: la città di Bruges è un gioiello medievale, bellissima. Ma il parco dei mostri di Bomarzo e il quartiere di San Pellegrino non sono da meno.

Signor sindaco, signori candidati  alla carica di sindaco di Viterbo: perché non proponete, in accordo coi privati, qualche iniziativa pratica sulla quale i cittadini possono poi giudicarvi e potranno vedere i risultati una volta che sarete chiamati ad amministrare? Smettiamola di fare protocolli di cui ci dimentichiamo il giorno dopo che li abbiamo firmati. Piuttosto, coinvolgiamo i privati in iniziative imprenditoriali valide, facciamo in modo che sia facilitata la libera impresa sana della nostra provincia, facciamo in modo che si costituiscano reti d’impresa per progetti utili al territorio e alle aziende.

Le amministrazioni non dovrebbero gestire più nulla, anche perché tutto ciò che gestiscono non funziona. E poi non ci sono più soldi, tranne – spero – per i servizi essenziali. E allora: perché, ad esempio, nessun candidato prende in considerazione il rilancio di San Pellegrino in Fiore ? Se Viterbo deve essere città turistica, manifestazioni di attrazione legate alla bellezza del centro storico dovremmo pur farle. E allora, perché non valorizzare quelle che già hanno un avviamento commerciale?

Spero in un confronto di tutti i candidati col sistema delle imprese per poter sviluppare qualche idea in comune.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

336   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    Forse tutto questo gran discutere di protocolli e affini rivela una nostalgia canaglia per la scuola secondaria frequentata con risultati non proprio brillanti…

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da