08122021Headline:

Sogno di vedere una sanità che funziona

belcolle2Il tempo passa, ma i problemi rimangono, questo il solito adagio di problemi organizzativi della Asl di Viterbo, cambiano i direttori generali, cambiano i politici a livello regionale, provinciale e comunale, ma Belcolle rimane lì incompiuto inefficiente e poco funzionale, la programmazione di prestazioni specialistiche come Tac o ecografia è sempre problematica, passano 4-6 mesi o non si sa quando avverranno perché “la programmazione non è possibile per quest’anno, ritorni a ottobre o a novembre per vedere se il calendario è stato riaperto”: questa la risposta incredibile, inconcepibile, che viene fornita in questi giorni dagli (imbarazzati, a volte) impiegati del Cup.

Quante volte il malcapitato abitante della nostra provincia, dovrà tornare per chiedere quando sarà possibile inserirsi nella lista ora chiusa? Perché programmare solo per l’anno corrente e non per i successivi, e soprattutto che colpa ne ha di una disorganizzazione così assurda. E’ forse colpa sua essere nato nella regione sbagliata? In tante altre regioni d’Italia, non faccio nomi volutamente, i tempi di attesa sono molto ridotti e ci si può prenotare in maniera molto , ma molto, più rapida ed efficace.

Mi domando quindi quando vedrò un’ articolo sul web o sulla carta stampata che annunci la fine di queste inefficienze della Asl, l’ente deputato a risolvere i nostri problemi di salute fornendo un servizio essenziale per gli abitanti della Provincia di Viterbo? Forse in sogno?

Nella cruda realtà, i nostri politici locali, in particolare coloro che non hanno apprezzato a pieno, usando un eufemismo, l’iperattività di Renzi, senza prenderla ad esempio, cosa intendono fare? Continuare a fare proclami di arrivi di quattrini destinati a finanziare e a fare chissà quando opere nella provincia, come si nota in questi ultime settimane, o si adopereranno per risolvere oggettivamente fine alla risoluzione definitiva i problemi che assillano i loro elettori?  A questo punto qui qualcuno direbbe: staremo a vedere.

No, non è più il momento di rimandare e di fare il temporeggiatore=frenatore, è necessario agire e attivarsi perché il tempo del controllo delle tessere=gregge di pecore è finito, occorre mettersi al servizio del cittadino=elettore, questo e nessun altro è il compito del Politico che prima di esserlo è ed è stato un cittadino bisognoso di servizi e supporti.

Non lo dimentichino i politici locali. Affrontino i problemi, non pensino solo a spartirsi sedie o poltrone, potere in cda o altre sedi…

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da