14042024Headline:

Liberazione di Viterbo: gaffe. Anzi, doppia

micheliniRampognato sonoramente dal quotidiano “Il Messaggero” (articolo di Carlo Maria Ponzi) per aver dimenticato di ricordare il settantesimo anniversario della liberazione di Viterbo dai tedeschi (9 giugno 1944), il sindaco Leonardo Michelini ha fatto vergare alla sua segreteria – in tutta fretta e furia – la seguente nota:
“Settant’anni dall’avanzata degli alleati nella città di Viterbo avvenuta il 9 giugno del 1944, a tre giorni dal tragico bombardamento che ha provocato, insieme a quello del 17 gennaio, circa mille morti. Settant’anni dalla nostra liberazione dall’occupazione tedesca – ha sottolineato il sindaco Leonardo Michelini -: fase che ha portato un governo provvisorio alleato ad avviare un governo del nuovo corso. Come il 25 aprile, anche questo 9 giugno è un giorno storico. Nonostante i 70 anni trascorsi, la città non vuole dimenticare le vittime che una guerra ingiusta e immotivata ha provocato. Come già precedentemente concordato con il presidente del consiglio comunale Filippo Rossi – ha aggiunto il sindaco – in occasione della prossima seduta di consiglio, verrà dato ampio risalto, nel modo e nella forma più istituzionale, dell’importante ricorrenza legata ai bombardamenti e alla liberazione della nostra città. Una ricorrenza indelebile nella memoria dei viterbesi, sulla quale non calerà mai l’oblio”.
Sinceramente è un po’ pochino. E la sensazione è che la toppa sia peggiore del buco.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da