25042024Headline:

“Intorno al lago si può morire…”

È quanto emerge dal convegno "Lo stato ecologico di Vico e il connesso rischio sanitario"

Il Comune di Caprarola

Il Comune di Caprarola

Nei giorni scorsi, a Ronciglione, si è tenuto un convegno che stando ai partecipanti probabilmente si è svolto allo stadio.
Prima di parlare perciò di cosa si è dibattuto, elenchiamoli tutti (o almeno proviamoci). L’organizzazione è toccata all’Aics, in collaborazione con il sito www.cafevirtuel.it, Accademia Kronos, CampagnanoR@P, comitato acqua potabile, comitato Caprarola “Luigi Einaudi”, Comitato pesticidi zero, Geoparco dell’Etruria, Italia nostra e Legambiente circolo lago di Vico Mtc. Ha aderito inoltre il Wwf.
Tema: “Lo stato ecologico del lago di Vico e il possibile e connesso rischio sanitario per le popolazioni di Ronciglione e Caprarola”. Chiaro, limpido, inquietante. Moderatore il presidente Aics Raimondo Chiricozzi.
Carrellata di pareri tecnici. Il prof Giuseppe Nascetti, direttore del Dipartimento di Scienze Ecologiche e Biologiche dell’Università della Tuscia, ha illustrato il grave processo di eutrofizzazione che interessa il bacino, indicando le azioni necessarie per ripristinare un buono stato ecologico. La dottoressa Milena Bruno, dell’Istituto Superiore di Sanità, si è dedicata al Plankthotrix rubescens, detto alga rossa. Ne ha mostrato le proprietà tossiche, cancerogene, immunodepressive e anche neurodegenerative.

Il Comune di Ronciglione

Il Comune di Ronciglione

La collega Antonella Litta dell’Associazione italiana medici per l’ambiente (l’Isde), ha mostrato i risultati degli studi del Dipartimento di epidemiologia della Regione, che attestano un rischio sanitario già molto elevato per le popolazioni locali. Anche lei ha proposto interventi, ma di tipo sanitario, tesi alla prevenzione e alla diagnosi precoce di malattie correlate.
Alle tre relazioni ha fatto seguito l’intervento del dottor Luciano Sordini, segretario della Fimmg di Viterbo, che ha detto di condividere tutti i motivi della preoccupazione per il rischio sanitario e la richiesta per l’avvio di screening gratuiti per le popolazioni residenti ed esposte al cosiddetto “effetto cocktail” determinato dall’esposizione contemporanea a sostanze tossiche e cancerogene”.
Che dire, il quadro non è certo dei migliori.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da