03022023Headline:

Che festa per gli alunni della Canevari

Al Barco Murialdina la kermesse conclusiva dei corsi coordinati da Renato Ciofo

I piccoli alunni della Canevari con l'istruttore Renato Ciofo

I piccoli alunni della Canevari con l’istruttore Renato Ciofo

Giornata conclusiva dei corsi curriculari che la A.S.D. Barco Murialdina ha svolto anche nel corrente anno scolastico presso la Scuola Elementare Canevari di Viterbo alla presenza del presidente Sergio Pollastrelli, del direttore tecnico Ennio Cuccuini, della dirigente scolastica Paola Bugiotti, del presidente provinciale del Coni Alessandro Pica, del consigliere regionale Figc Renzo Lucarini e dell’assessore ai servizi sociali del Comune di Viterbo Alessandra Troncarelli. All’incontro hanno partecipato oltre 200 bambini e bambine e molti genitori e nonni. A fine maggio si replicherà con la scuola Fantappiè del dirigente scolastico Alessandro Ernestini.

L’istruttore Renato Ciofo della A.S.D. Barco Murialdina, artefice dei corsi e organizzatore della festa conclusiva riassume i contenuti dell’iniziativa: “Si tratta di corsi che sono finalizzati ad aiutare i bambini ad aumentare le capacità coordinative usando lo strumento della palla, inoltre i giochi di gruppo proposti facilitano la socializzazione dei bambini. Sembra poca cosa ma è molto importante questa attività visto che i bambini di oggi spesso vivono molto meno ‘in strada’ e molto più in modo sedentario (con la tv, lo smartphone ecc.) e pertanto sviluppano con maggiore difficoltà le capacità coordinative e di socializzazione che alla mia generazione veniva spontaneo sviluppare”.

Quale è la rispondenza dei bambini e delle bambine a questa attività? E le maestre come hanno vissuto questo suo inserimento a supporto per quanto riguarda l’insegnamento dell’attività motoria?

“Bambini e bambine sono entusiasti perché i giochi che propongo a scuola non sono specificamente dedicati a insegnare calcio, ma sono mirati più genericamente allo sviluppo dell’attività motoria e coordinativa in generale. Questi giochi aiutano bambini e bambine a fare più cose insieme per aumentare la prontezza al ragionamento e una corretta reazione agli stimoli esterni proposti. Per quanto riguarda le maestre mi sembra che hanno raccolto il supporto che la Asd Barco Murialdina ha messo loro a disposizione volontariamente e gratuitamente come un bel sollievo, durante le ore che sono io in palestra con i bambini sono comunque sempre coinvolte e per quel tempo possono anche rifiatare un po’”.

Maurizio Pollastrelli, presidente dell'Ad Barco Murialdina

Maurizio Pollastrelli, presidente dell’Ad Barco Murialdina

Che cosa ha spinto lei e la sua società ha iniziare questa attività nelle scuole?

“Da sempre ho una grande passione per la psicologia e per i banmbini, la luce di entusiasmo che si accende nei loro occhi quando sono trattati come personcine importanti ha per me un valore inestimabile. La Asd Barco Murialdina mi ha sempre supportato nell’organizzazione e ha sempre considerato queste attività come un contributo sociale verso le scuole che operano nel quartiere di riferimento e verso tutta la città”.

Dopo la festa finale del corso con la Canevari, il 27 maggio replicherete con la Fantappiè. Come sono organizzate queste giornate?

“Le feste finali dei corsi presso le due scuole viterbesi sono la naturale conclusione delle attività svolte, le feste finali le organizziamo al campo sportivo del Barco mentre le ore curricolari si svolgono in palestra. Ad ogni festa partecipano oltre 200 bambini e bambine… e questa cosa fa la differenza. Organizzare i giochi sul campo per 200 ragazzi è molto impegnativo ma il Barco Murialdina mi affianca ogni volta altri 5 tecnici che mi aiutano e mettono a disposizione degli studenti tutta la loro professionalità e passione. La passione e l’impegno con cui operiamo a favore dei ragazzi fa sempre la differenza e ci aiuta a superare tutti gli ostacoli”.

Progetti per il futuro?

“Già quest’anno sono stato spesso affiancato nello svolgimento dei corsi dal tecnico Mirko Fortini, un nostro allenatore giovanissimo che ha tanta voglia di imparare e di crescere. Il prossimo anno speriamo di poter affrontare questo impegno anche in altre scuole oltre alla Canevari e alla Fantappiè. Ora che ci siamo organizzati possiamo dare il nostro contributo anche in altre realtà. Intanto vogliamo ringraziare tutte le maestre di Canevari e Fantappiè che hanno collaborato con noi e i dirigenti scolastici dei due Istituti che ci hanno supportato con continuità senza mai farci mancare nulla per operare al meglio”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da