01022023Headline:

Superbo lo SHOW DI NATALE al Teatro Unione la sera del 27 dicembre

Un'indimentabile serata al Teatro dell'Unione

Show di Natale

Redazione

Viterbo,28.12.22

Lo SHOW DI NATALE un musical ricco, coinvolgente, pieno di significati cristiani nel testo e nelle musiche ha ammaliato un teatro pieno in ordine grado. Uno spettacolo, per ricchezza di costumi, danze e canti della migliore produzione di Brodway. Merito di Carlo Tedeschi aver messo in scena questo spettacolo e merito della compagnia Teatrale “Ragazzi del Lago” attivi presso il teatro LEO AMICI presso il Lago di Monte Colombo (Rimini) un piccolo perfetto paese (Piccolo Paese fuori dal mondo-www.lagodimontecolombo,it.) ) creato dal compianto Leo Amici con scopi benfici e solidali. Un vero filantropo che oltre le tante inizitaive benefiche oggi attive mediante la fondazione Leo Amici, da vita ad una compagnia teatrale. I suoi epigoni lo ricordano come maestro di vita, e nel suo ricordo, come anche di Maria Di Gregorio suocera del registra Carlo Tedeschi, nonna del musicista Emanuele Tedeschi, continuano l’opera benefica e scrivono pagine d’arte teatrale con con testi edificanti per il bene e la tradizione cristiana.

Infatti, nell’opera ieri ascoltata a Viterbo hanno risuonato le note di “Tu scendi dalle stelle”,. testo e musica di un “cantautore” santo:. Sant’Alfonso Maria de Liguori. Tutto il pubblico in sala lo ha intonato.

Comunque, per chi non ha avuto la fortuna di partecipare allo spettacolo e per quelli che lo hanno goduto ecco la trama:

“Arrivano gli angeli ed è subito festa! Nello “Show di Natale” accadono cose che ammaliano, affascinano, incredibili ma che poi lasciano il tempo per pensare. Un gruppo di angeli, in un luogo non ben definito, si stanno annoiando…  «Nessuno pensa più a noi» si lamentano…  «Se fanno il presepe, se lo fanno, ci lasciano lì, sulla capanna, ad ali spiegate… Solo Babbo Natale è in auge…» Dovranno “mascherarsi” (confondendo il Natale con il Carnevale) da elfi, fatine, gnomi e folletti… Così scenderanno sulla Terra, parteciperanno, in una piazza del mondo, all’atmosfera natalizia e si stordiranno con il vin brûlé, le castagne, lo zucchero filato e le canzoni del Natale cantate da un coro di giovani. Il bianco, gli angeli, un paesaggio incantato, la Regina delle Nevi e Babbo Natale sono  i protagonisti che assisteranno anche ad una coinvolgente ed irresistibile versione rock dell’Hallelujia di Leonard Cohen riarrangiata magistralmente dal musicista Emanuele Tedeschi.

La storia, ricca di tradizione, canti e folklore natalizio, parta dalla piazza di un paese, dove quattro angeli annoiati, atterrati dal cielo, cercano divertimento: «Nessuno pensa più a noi» si lamentano, «…se fanno il presepe, se lo fanno, ci lasciano lì, sulla capanna, ad ali spiegate… Solo Babbo Natale è in auge…». Inesperti di cose terrene, confondendo il Natale con il Carnevale, per non farsi riconoscere si mascherano da elfi, fatine, gnomi e folletti e si tuffano dal cielo “schiantandosi” sull’asfalto della piazza della città che ospita lo spettacolo. Partecipano all’atmosfera natalizia danzando e cantando con la gente del luogo e si stordiscono con il vin brûlé, le castagne, lo zucchero filato e le canzoni del Natale interpretate da un coro di giovani”

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da