01022023Headline:

Nevica: governo ladro.

Non è colpa del meteo se le strade sono bloccate

di Andrea Stefano Marini Balestra

Viterbo,24.1.23

E proprio si !. Nessun governo, ovviamente, è in grado provocare fenomeni meteorologici, ma le conseguenze di questi fenomeni si.

Il detto, che sembra cretino, invece, è attuale. Chi impreca contro piogge, nevicate e loro conseguenze, infatti, non se la prende con il padreterno, ma con gli amministratori delle loro rispettive zone che hanno certamente consentito i disagi.

Torniamo a noi, cioè alla Tuscia. Sui media locali e nazionali compaiono foto e notizie di strade bloccate, automezzi fermi, scuole deserte, ordinanze dei sindaci da “tempo di guerra” interviste di cittadini esasperati, ma nessuno impreca, come sarebbe dovuto, ai politici ed agli amministratori locali.

Solo qualche frecciata la e qua, ma nessuna vera imprecazione verso coloro che hanno reso possibile che nel terzo millennio le strade della Tuscia siano nelle condizioni di un secolo fa.

Chiusa “per neve” la Cimina, cioè la via di collegamento più breve con la Capitale, con Civitacastellana e tutti i paesi cimini, addirittura, la sua chiusura rende isolata Ronciglione. Il percorso della SP1 Cimina è quello che venne tracciato dai romani duemila anni fa.

Nessun politico viterbese del passato e del presente ha ipotizzato un’alternativa a questa strada che consente giungere a Viterbo dalla sua provincia da sud. E’ una strada di montagna, sale quasi a mille metri di quota, è soggetta a fenomeni nebbiosi, nevosi e di gelo sulla carreggiata, ma per la neve, mancano le speciali paline, per la nebbia gli “occhi di gatto”, per un’ordinaria viabilità, anche la segnaletica orizzontale.,

Quindi, con chi ve la potete prendere se per dieci centimetri di neve si è costretti chiuderla. Non con il meteo che a gennaio fa il dover suo, ma con i politici che non lo hanno fatto e nemmeno si accingono farlo.

Inutile piangere con “alti lai” perchè ieri, o forse anche oggi e domani non sarà più possibile transitare per la Cimina e dover fare il “giro di peppe” per arrivare a Viterbo, quando anche la viabilità alternativa è nelle stesse condizioni, qualcuna pure peggio.

Belle le foto di Viterbo innevata, manco fosse questa città situata ai tropici dove fenomeni nevosi sono cosa rara, ma brutte le foto che fanno vedere strade impraticabili, auto bloccate e pedoni incerti per la mancata rimozione del pur anco modesto manto nevoso accumulato.

La colpa anche qui è della Amministrazione comunale, che prima, dopo aver annunciato che il comune era pronto a reggere il maltempo, di fatto, invece, ha dimostrato non esserlo per la tardività degli interventi spesso solo attuati da volontari e non da personale comunale.

In definitiva, il detto: “piove, nevica, governo ladro”, è vero, perchè il ladrocinio, in verità le conseguenze di avverse condizioni meteo sono da addebitare agli amministratori della cosa pubblica, che non provvedendo alle conseguenze del maltempo rubano ai cittadini la sicurezza di liberamente muoversi, lavorare ed anche vivere.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da