02032024Headline:

Roma, Lazio e le altre, all’inseguimento dello splendido Napoli

Il Napoli ha spazzato via ogni dubbio riguardo alle previsioni su chi vincerà questo campionato di Serie A. O perlomeno, così pare. Un dominio netto e indiscutibile, con distacchi abissali su tutte le avversarie, romane comprese. Ma è davvero tutto già finito, oppure c’è ancora spazio per un clamoroso ribaltamento?

Una sinfonia sinora perfetta

La scorsa estate, alla vigilia dell’inizio della stagione, nessuno avrebbe potuto immaginare ciò che sta accadendo. Il Napoli aveva venduto giocatori simbolo dei suoi ultimi anni, e li aveva rimpiazzati con nomi sulla carta inferiori o addirittura pressoché sconosciuti. Qualche giornalista la presentava come una squadra in disarmo, da ricostruire un po’ alla volta e neanche da considerare per una possibile lotta per il titolo. La realtà invece ha smentito tutto e tutti: dopo qualche minima (ma proprio minima) difficoltà iniziale il Napoli ha fatto man bassa di vittorie, ha iniziato a incantare il pubblico italiano ed europeo, ha sconfitto qualsiasi avversaria, si è preso la vetta della classifica e ha scavato un solco enorme.

Le quote Serie A sulle partite del giorno mostrano di settimana in settimana un dato eclatante: il Napoli parte sempre nettamente favorito, qualunque sia lo scontro che dovrà affrontare. Una realtà di numeri naturalmente figlia dei risultati sul campo, e della bellezza di ciò che la squadra di Spalletti propone in ogni circostanza. Siamo di fronte a un’orchestra magnifica, a una sinfonia composta da tante sfumature, dove non c’è spazio per alcuna nota fuori posto. La potenza devastante e il fiuto per il gol di Osimhen, la classe e le accelerazioni di Kvaratskhelia, l’insuperabile diga mediana di Lobotka, la solidità della difesa guidata da Kim, la completezza della rosa: un meccanismo cristallino.

Le sfidanti in agguato

In base a quanto appena affermato, non sembra davvero esserci spazio per nessun colpo di scena. Le quote Scudetto 2023 non lasciano incertezze, il Napoli ha il titolo in tasca, mentre le altre devono rassegnarsi a lottare per il secondo posto e gli altri piazzamenti utili per la prossima Champions. Tutto dovrebbe continuare così fino al termine della stagione, a meno che non accada qualcosa di imponderabile.

Una rilassatezza magari anche inconscia, un calo di attenzione e intensità, la sensazione di aver già vinto e di potersi dunque risparmiare un po’: ecco le uniche trappole che i partenopei devono scartare per non compromettere il loro sontuoso cammino. Tranelli peraltro dietro l’angolo, soprattutto quando l’obiettivo è ormai a portata di mano. Spalletti sta tenendo alta la guardia, sta spingendo proprio sul mantenimento della massima concentrazione, finora con esiti invidiabili.

In questo panorama, Roma e Lazio, così come le milanesi, possono solo restare vigili, all’erta, cercando di fare più punti possibili e provando a mettere pressione ai partenopei semmai dovessero accusare qualche battuta d’arresto. Nessuno ha mai perso il campionato con un simile vantaggio, ma il calcio, e lo sport in genere, spesso regalano capovolgimenti non pronosticabili. Alle inseguitrici dunque il compito di tenersi pronte per ogni eventualità; altrimenti, saranno solo meritati applausi per il terzo titolo nella storia del Napoli.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da