17042024Headline:

Buona notizia: L’ENAC finanzia lo scalo civile aeroportuale di Viterbo

Qualcosa si muove

L’on.Rotelli con l’avv.Di Palma

Riceviamo e pubblichiamo

Viterbo,27.3.23

L’on. Rotelli ci comunica:

“Nel Cda di venerdì 24 marzo Enac (Ente nazionale aviazione civile), ha deliberato un investimento di un milione di euro per lo scalo aeroportuale civile di Viterbo. Si tratta di un’ottima notizia per la città e l’intera provincia di Viterbo.

Già a settembre 2021, Enac aveva previsto uno primo stanziamento per la sistemazione di alcune infrastrutture e la viabilità interna. Nel corso dei mesi, grazie anche ad una serie di interlocuzioni che hanno visto il coinvolgimento di diverse istituzioni a tutti i livelli, gli investimenti previsti sono aumentati fino ad arrivare a un milione di euro necessari a estendere l’utilizzo dello scalo agli usi civili e all’implementazione di una rete aerea di supporto a favore delle esigenze dello sviluppo turistico/economico del territorio.

L’Enac, infatti, intende avviare su Viterbo un importante progetto sperimentale di delocalizzazione turistica, tra cui la realizzazione di un network di aviazione generale con altre realtà, al fine di connettere le città e collegare anche il nostro Paese attraverso l’intermodalità “aria-aria”.

Questo importante risultato è frutto del lavoro di tanti che stanno accompagnando passo dopo passo lo sviluppo di questo progetto con costanza e determinazione. Desidero ringraziare Enac, nella figura del presidente Di Palma, per l’attenzione posta al progetto dello scalo viterbese.

Mauro Rotelli
Presidente della commissione Ambiente, Infrastrutture e Territorio della Camera dei deputati


Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da