22052024Headline:

Stasera sabato 16 settembre, la “prima” del Festival dei Bemolli all’Auditorium della Università della Tuscia

Sandro De Palma

Riceviamo e pubblichiamo

Viterbo,16.9.23

Aspettando il taglio del nastro della settima edizione del festival di musica classica “I Bemolli sono Blu-Viterbo in Musica” (16 settembre-5 novembre 2023) che sarà illustrata in una prossima conferenza stampa a Palazzo dei Priori, il direttore artistico Sandro De Palma , fondatore e presidente dell’Associazione Musicale Muzio Clementi, ricorda lo spirito del festival che anche quest’anno è improntato sulla Grande Musica, su artisti di fama internazionale e talentuosi giovani interpreti, tutti portatori di un fruttuoso volano di promozione del territorio che abbina la bellezza e la storia di Viterbo con i piccoli e deliziosi borghi di Bagnaia e San Martino al Cimino.

Esuli, viandanti e sognatori si alternano nel programma della nuova stagione del Festival quest’anno dedicato al Viaggio, viaggio di grandi compositori che hanno lasciato o dovuto lasciare il paese d’origine e nel loro pellegrinare, hanno creato opere indimenticabili arricchite da contaminazioni di altre culture.

La settima edizione de “I Bemolli sono Blu” partirà dall’epoca barocca, fertile di viaggi e scambi culturali in tutta l’Europa per proseguire con autori immortali come Haydn che scopre il fascino dell’esotico, per poi arrivare a Mozart, ClementiCimarosa, Chopin, Liszt, Mendelssohn, Rossini al quale sarà dedicato un concerto ai suoi “Péchés de vieillesse”. Ci saranno anche le musiche indimenticabili di Carl Orff, Gershwin, Wagner, Strauss, Ravel, Piazzolla, senza dimenticare i grandi Dvorak, Albéniz, Granados, Turina. 

Un cartellone variegato, 30 concertidue matinée con prove aperte al pubblico, emergono anche dalle linee programmatiche di PianoSolo e CameraLab che con l’educazione all’ascolto, approfondiscono il tema del Festival.

Il concerto di apertura del Festival “I Bemolli sono Blu” si terrà sabato 16 settembre, ore 17 presso l’Auditorium dell’Università degli Studi della Tuscia, nel complesso di S. Maria in Gradi (ingresso Via Sabotino, 20), dove Roma Tre Orchestra diretta dal M. Pietro Borgonovo con Sandro De Palma al pianoforte, faranno ascoltare brani di Schubert, Frédéric Chopin, Felix Mendelssohn.

La rassegna “I Bemolli sono blu -Viterbo in Musica 2023” è ideata e promossa dall’Associazione Musicale Muzio Clementi ha il sostegno della Regione Lazio, del Fondo Unico per lo Spettacolo del Ministero della Cultura, del Comune di Viterbo, della Fondazione Carivit, e si svolge in collaborazione con il Touring Club Italia sezione di Viterbo, l’Università degli Studi della Tuscia, il Conservatorio Santa Cecilia di Roma, l’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, Carramusa Group, Associazione Amici di Bagnaia,

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da