20062024Headline:

Come proteggere i tuoi risparmi e garantirti una pensione più ricca

Ti sei mai chiesto come sarà la tua vita quando andrai in pensione? Se potrai mantenere lo stesso stile di vita che hai ora, se potrai viaggiare, dedicarti ai tuoi hobby, aiutare i tuoi figli o nipoti? Oppure se dovrai fare i conti con una pensione sempre più bassa e incerta, a causa dei cambiamenti demografici, economici e politici che stanno mettendo a rischio il sistema previdenziale pubblico?

Se queste domande ti preoccupano, non sei il solo. Molti italiani sono consapevoli che la pensione di vecchiaia non sarà sufficiente a garantire loro un’adeguata qualità di vita. Per questo motivo, sempre più persone stanno cercando soluzioni alternative per integrare la pensione pubblica e proteggere i propri risparmi. Una di queste soluzioni è il Fondo pensione.

Il fondo pensione è una forma di previdenza integrativa che ti permette di accumulare un capitale da destinare alla tua pensione complementare. Si tratta di un investimento a lungo termine, che ti consente di beneficiare di vantaggi fiscali, di una gestione professionale del tuo denaro e di una maggiore flessibilità rispetto ad altre forme di risparmio previdenziale.

Cos’è il fondo pensione e come funziona

Il fondo pensione è una forma di previdenza integrativa che raccoglie i contributi versati dai lavoratori dipendenti, autonomi o liberi professionisti, e li investe in vari strumenti finanziari (azioni, obbligazioni, fondi comuni, ecc.) al fine di generare una rendita futura.

Questa tipologia di piano di risparmio si basa sul principio della capitalizzazione: ciò significa che il capitale accumulato dipende dai contributi versati, dalla durata dell’adesione, dalla performance degli investimenti e dalle spese di gestione. Al momento del pensionamento, il Fondo pensione eroga al lavoratore una rendita periodica (vitalizia o temporanea) o un capitale una tantum, in base alla scelta effettuata al momento dell’iscrizione.

Quali sono i vantaggi del fondo pensione

Il fondo pensione presenta diversi vantaggi rispetto ad altre forme di risparmio previdenziale, tra cui:

• Agevolazioni fiscali: i contributi versati al fondo pensione sono deducibili dal reddito imponibile fino a un certo limite (5.164 euro annui per i lavoratori dipendenti e 5.000 euro annui per gli altri), mentre le prestazioni erogate al momento del pensionamento sono tassate in modo agevolato (con aliquota decrescente in base all’anzianità di iscrizione). Inoltre, il Fondo pensione non è soggetto a imposte patrimoniali (come l’IVAFE) né a tasse di successione.
• Gestione esperta: il fondo pensione è gestito da esperti del settore finanziario, che si occupano di selezionare gli strumenti più adatti al profilo di rischio e agli obiettivi dei partecipanti. Il fondo pensione offre anche la possibilità di scegliere tra diverse linee di investimento, in base alle proprie preferenze e aspettative di rendimento.
• Flessibilità: il fondo pensione consente di modificare la quota di contribuzione, la linea di investimento, la modalità di erogazione della prestazione e altro a seconda del contratto. Inoltre, questa tipologia di piano permette di effettuare riscatti anticipati in caso di bisogno (per esempio, per acquistare la prima casa, per pagare le spese mediche o per affrontare situazioni di difficoltà economica) o di trasferire il proprio capitale in un altro Fondo e altro.

Quali sono i rischi del fondo pensione e come affrontarli

Il fondo pensione presenta anche alcuni rischi che devono essere tenuti in considerazione prima di aderire, tra cui:

• Mercato: questa tipologia di prodotto può essere esposto alle oscillazioni dei mercati finanziari, che possono influire negativamente sul valore del capitale accumulato. Il rischio di mercato dipende dalla tipologia e dalla composizione degli investimenti effettuati dal fondo pensione, e può essere maggiore o minore a seconda del profilo di rischio scelto dal partecipante. Per ridurre il rischio di mercato è importante diversificare il portafoglio, adeguare la linea di investimento alla propria età e tolleranza al rischio, e monitorare periodicamente l’andamento.
• Longevità: il fondo pensione è soggetto al rischio di longevità, ovvero al fatto che il partecipante possa vivere più a lungo del previsto, esaurendo il capitale accumulato prima della fine della vita. Il rischio di longevità dipende dalla modalità di erogazione della prestazione scelta dal partecipante, e può essere maggiore o minore a seconda che si opti per una rendita vitalizia o per un capitale una tantum.
• Normativo: il Fondo pensione è soggetto al rischio normativo, ovvero al fatto che le norme fiscali e previdenziali possano cambiare nel tempo, modificando le condizioni e i vantaggi del Fondo pensione.

Come scegliere il Fondo pensione più adatto a te

Come puoi capire, il fondo pensione è una scelta importante che richiede una valutazione attenta e personalizzata. Non esiste infatti un fondo pensione migliore in assoluto, ma solo quello più adatto alle tue esigenze, ai tuoi obiettivi e al tuo profilo di rischio.

Se quanto spiegato finora ti sembra complicato (ma anche nel caso ti fosse tutto chiaro, a dirla tutta), dovresti seriamente valutare di richiedere aiuto a un esperto e da questo punto di vista è bene affidarsi a figure serie e riconosciute come tali. È il caso di Vitanuova, uno dei più importanti broker assicurativi italiani, che ha nella previdenza complementare uno dei suoi punti di forza.

Il vantaggio di affidarti a un broker come Vitanuova è la possibilità di accedere a più prodotti di compagnie diverse. Questo significa che il consulente non ti guiderà su un prodotto solo perché è quello della sua compagnia di appartenenza, ma su un fondo pensione scelto sulla base è del tuo profilo di rischio, delle tue esigenze e su altri fattori utili per essere effettivamente protetto al momento del bisogno.

Ricorda: prima di sottoscrivere un fondo pensione è bene essere informati. Non sottovalutare l’importanza di ricevere una consulenza adeguata prima dell’attivazione e leggi sempre tutta l’informativa precontrattuale prima dell’attivazione.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da