26022024Headline:

Prosegue anche oggi MEDIOERA, ieri si è parlato del Fiume Marta

Attivismo per la Tuscia dell'on.Rotelli (FdI)

Riceviamo e pubblichiamo

Viterbo,25.11.23

VITERBO – Un nuovo studio sul fiume Marta, attraverso l’impiego della tecnologica: dai droni ai cani-robot, è stato presentato ieri in occasione di Medioera, il festival della cultura digitale in corso di svolgimento allo Spazio Innova. 

Ieri si è parlato di messa in sicurezza del territorio, analisi dello scenario e gestione efficiente delle risorse idriche ed è stato annunciato, come detto, un nuovo progetto digitale per la salvaguardia del fiume Marta e del suo bacino. Relatori il presidente della commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera dei deputati Mauro Rotelli e il segretario generale dell’Autorità di Bacino distrettuale dell’Appennino centrale, Marco Casini.

L’incontro ha rappresentato l’occasione per approfondire la situazione e la disponibilità delle risorse idriche nell’Italia Centrale, mettendo in luce le sfide imposte dai prolungati periodi di siccità e dalle forti alluvioni che hanno caratterizzato tutto l’anno.

”La digitalizzazione – ha spiegato il presidente Rotelli – è fondamentale per poter portare avanti un lavoro efficace sul territorio. In questa fase, grazie all’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Centrale, stiamo portando avanti un nuovo progetto operativo, Digital Twin, che riguarda il fiume Marta e il suo bacino. Sfruttando tutta la tecnologia a disposizione, dai droni ai satelliti, dalle mappe 3d fino ai cani robot, possiamo monitorare in tempo reale le acque e soprattutto avere proiezioni incredibilmente efficaci grazie alla elaborazione di dati. Tutto questo ci permette di tenere sotto controllo il fiume Marta, che, come noto, in alcuni momenti dell’anno soffre particolarmente, sia sotto il profilo della gestione delle acque, sia sotto il profilo dell’inquinamento, rendendo poi i dati pubblici e disponibili per le altre autorità territoriali”.

‘La salvaguardia del territorio e l’ottimizzazione della gestione delle risorse idriche – ha spiegato Casini – sono imperativi fondamentali per affrontare le sfide ambientali che il nostro Paese si trova ad affrontare. In questo contesto, l’impegno dell’Autorità si concentra sulla comprensione sempre più approfondita dello scenario idrogeologico, su una efficace pianificazione degli interventi di mitigazione e sul continuo sviluppo di strumenti di monitoraggio e prevenzione attraverso l’implementazione di soluzioni sempre più innovative. Come Autorità, siamo determinati a utilizzare tecnologie all’avanguardia per preservare il nostro patrimonio ambientale attraverso un dialogo costante con le istituzioni e le comunità locali’.

Il festival Medioera prosegue anche oggi alle 11 con l’Instameet al Viterbo Christmas Village.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da