26022024Headline:

“DONNE E LO SPORT”, atlete della Tuscia in passerella all’UNITUS

L'importanza dello sport al femminile, al top del medagliere nazionale

Redazione

Viterbo,1.12.23

Nella suggestiva cornice dell’Aula Magna dell’Università della Tuscia cui va il ringraziamento della presidenza del Panathlon Club di Viterbo si è tenuto un evento organizzato dallo stesso Club Panathlon Viterbo in collaborazione con la Università della Tuscia con la collaborazione del della USSI (Unione Stampa sportiva italiana) dall’accattivante titolo: “La donna e lo Sport” e, pertanto, presentato le eccellenze viterbesi nello sport femminile.

Erano presenti: Francesca Iacarelli per il pattinaggio a rotelle, Francesca Moretti per la pallavolo, Carolina Erba per la scherma, Elena Vergaro per l’atletica leggera, Letizia Marchetti per il motociclismo, assenti per motivi di famiglia la “boxeuse” Melissa Gemini e la tennista Anna Floris.

Tutte queste atlete figlie della Tuscia per nascita o per attività sportiva, hanno anche in questa stagione sportiva meritato per le loro vittorie nazionali ed internazionali.

Dopo i saluti istituzionali portati anche a nome del Rettore dal prof. Barbanera, direttore del corso di laurea in Scienze motorie ed un’introduzione del MdS Pica, presidente pro-tempore Panathlon, la giornalista sportiva Enza Beltrone ha intervistato le atlete presenti che hanno raccontato la loro storia sportiva.

In particolare, Letizia Marchetti, che gareggia ai massimi livelli del motociclismo su pista, ha riferito essere l’unica donna in un mondo tutto al maschile, ma i suoi risultati sono pari cosi confermando che in molte discipline sportive non esiste differenza di genere nel risultato.

Alessandra Iacarelli, che aveva i genitori in sala, ha sottolineato l’importanza della famiglia nell’avviamento allo sport dei loro figli, quindi, la possibilità di essere ai massimi livelli di un risultato sportivo pur avendo studiato e poi praticando una professione (è medico esteopata).

Hanno raccontato la loro carriera sportiva Alessandra Moretti, campionessa di pallavolo, Carolina Erba della squadra italiana di scherma, la giovane promessa nell’atletica nazionale di Elena Vergaro campionessa junior per la 4×100.

Al termine delle interviste, alcune studentesse dell’Istituto magistrale Santa Rosa ad indirizzo Scienze umane, hanno rivolto domande alle atlete presenti sul palco che hanno puntualmente riferito sull’importanza dell’attività sportiva al femminile, oggi pari, se non superiore, quella maschile.

Al termine, il presidente Pica ha omaggiato con una rosa le atlete presenti, nonché alla mamma di Francesca Iacarelli che ha confermato essere stata lei in famiglia ad incoraggiare l’avviamento allo sport della figlia. Un esempio di come sia importante il ruolo della famiglia nell’educazione sportiva.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da