27022024Headline:

Amici degli animali si, ma, gli animali sono sempre animali e per tali considerati

Non sempre i nostri amici a 4zampe lo sono

portrait of the big rottweiler dog

di Andrea Stefano Marini Balestra

Viterbo.13.2.24

Quando qualcuno di noi umani si comporta male, si dice. è una bestia, un animale. E’ vero, ma non per questo chi assume atteggiamenti tipici delle specie animali, è una bestia, è solo un qualcuno che non Mesi fa la cronaca ha narrato che un cittadino,durante una passeggiata nle bosco, aveva perso la vita per un attacco di un orso, un animale selvatico, adesso e pure dalla parti nostra un altro sbranato da tre cani ritenuti domestici.

Non è la stessa cosa, passare guai per inoltrarsi nel fitto di un bosco ed altrettanti per una corsetta in un parco urbano.

Nel primo caso, ci fu chi additò a imprudenza del morto percorrere solitari luoghi abitati da animali pericolosi, in questo caso, però, assolutamente.

Il cittadino che stava corricchiando a Manziana, tutto poteva immaginare che essere attaccato da cani. Nessuna imprudenza, ma solo fato avverso ?

No. La custodia di animali è nel nostro ordinamento giuridico un obbligo che determina, in ipotesi di danni arrecati, una responsabilità oggettiva (art. 2052 c.c.) ed anche conseguenze del codice penale (art.672 c.p.), per cui, gli amici dei “quattro zampe” sono sempre responsabili di qualcosa che possa derivare dal loro possesso.

E’ vero che non tutte le specie canine siano pericolose, alcune assolutamente no, altre invece allevate per esserlo. Se anche un barboncino possa determinare la caduta di una persona per troppa affettuosità e recarle danno fisico (caso raro, ma possibile) la responsabilità sempre sussiste, ma chi detiene razze quali possano essere grossi cani da guardia, il pericolo di dover pagare danni e subire procedimenti penali è enorme.

Cosa sia successo a Manziana e del perchè ben tre grossi cani killer (rottwailer) circolassero liberamente in giro sarà compito degli investigatori scoprirlo e del magistrato riconoscere un’ipotesi di omicidio colposo la non custodia degli animali da parte del loro proprietario.

Ma in definitiva valga il principio naturale che gli animali sono animali, cioè essere viventi mossi da loro istinto e per nulla dalla ragione (checchè se ne dica), per cui, per es,, l’amore che si nutre per un proprio cane, non sempre viene corrisposto. Infatti, non è raro, che per motivi di anomalia di comportamento dell’animale (per malattia, per es.) siano alcuni amici dei cani sono rimasti azzannati.

Adesso, dopo quanto è successo, più di qualcuno reclama un intervento legislativo per evitare altre tragedie.

Io, un’idea ce l’ho. Per possedere canib di razza Rotwailer il “porto d’arma” visto che questi animali vengono usati come proprie e vere armi. Spesso, una pistola, può essere più sicura di

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da