22072024Headline:

Tutti in bicicletta si, ma attenzione alle multe, più salate in Europa che in Italia

Ciclista urbano (foto A.Piacquadio)

Riceviamo e pubblichiamo

Viterbo,29.2.24

Gli utenti delle due ruote, da noi, si ritengono svincolati dalle regole. Forse troppo. Indulgenza degli agenti o regole poco chiare in Italia ? Non si sa, però è dato vedere che le disposizioni del Codice della strada vengono disattese dai più, cominciando dalle dotazioni obbligatorie (luci notturne, per es.), quindi dal comportanto disinvolto di qualcuno: tanto non c’è la targa. !

Vediamo nel dettaglio cosa possa pagare per multe un ciclista all’estero in confronto con l’Italia.

Ecco un resoconto pervenutoci dalla sig.ra Silvia Giovannella

“Multe per i ciclisti: gli importi delle sanzioni in Europa

Una classifica mette a confronto l’importo delle multe per le varie infrazioni ciclistiche in Europa.

  • A Madrid, le infrazioni in bicicletta sono soggette alle multe più alte in assoluto
  • Passare con il rosso a Roma può costare fino a 613 euro, ad Atene 700 euro
  • Chi va in bicicletta in stato di ebbrezza a Londra può essere multato fino a 1113 euro.

Berlino, 28 febbraio 2024 – La bicicletta è un’alternativa flessibile all’auto e ai trasporti pubblici, soprattutto quando si viaggia in città ma le violazioni delle norme locali possono diventare rapidamente costose. Per fornire una panoramica della regolamentazione internazionale buycycle, la piattaforma online per la compravendita di biciclette usate, ha confrontato le multe per le infrazioni in bicicletta di 20 capitali europee.

L’utilizzo della bicicletta come mezzo di trasporto in città sta diventando sempre più popolare, anche tra i turisti. I viaggiatori spesso portano con sé la propria bicicletta o utilizzano un servizio di noleggio locale per muoversi in maniera sostenibile anche in vacanza. Questo mezzo di trasporto è ideale soprattutto in città poiché consente di esplorare le metropoli urbane in modo flessibile. Tuttavia, in vacanza è facile violare involontariamente le regole e gli importi delle sanzioni possono variare notevolmente da un paese all’altro. Ad esempio, la multa per chi passa con il rosso ad Atene o a Roma è dieci volte superiore a quella di Berlino.

Per creare la classifica delle città europee con le sanzioni più alte sono stati analizzati gli importi delle sanzioni per quattro infrazioni tipiche: passaggio con semaforo rosso, uso del cellulare durante la guida, guida senza luci e guida fuori dalle piste ciclabili.

Tabella: Multe per mancato rispetto di varie norme di circolazione in dieci grandi città europee. Cifre in euro. Le informazioni su tutte le 20 città prese in analisi nonché una descrizione dettagliata della metodologia di ricerca con tutte le fonti sono disponibili sul sito: https://it.blog.buycycle.com/quanto-possono-costare-le-violazioni-delle-regole-in-bicicletta-in-europa/

PosizioneCittàGuida senza luciUtilizzo del telefono alla guidaGuida fuori dalle piste ciclabiliPassaggio col semaforo rosso
1Madrid200 €200 €100 €100 €
2Lussemburgo49 €145 €175 €145 €
3Atene40 €100 €80 €700 €
4Bruxelles200 €110 €60 €174 €
5Roma24 €161 €25 €613 €
6Copenaghen95 €135 €94 €134 €
7Oslo80 €120 €120 €120 €
8Stoccolma45 €133 €133 €133 €
9Parigi22 €135 €135 €135 €
10Amsterdam95 €140 €40 €100 €

Madrid è la città con dove le infrazioni costano di più

Indipendentemente dal tipo di infrazione, i ciclisti che viaggiano in città spagnole come Madrid rischiano in media le multe più alte. Chi riceve una multa per guida senza luci o per l’uso di un telefono cellulare durante la guida può aspettarsi una multa di 200 euro. In Spagna, chi guida una bicicletta fuori dalle piste ciclabili o non rispetta il semaforo rosso può incorrere in una multa di 100 euro.

Sanzioni elevate per chi viaggia senza luci

I ciclisti devono sempre assicurarsi di essere ben riconoscibili nel traffico stradale. Questo garantisce la visibilità anche in condizioni di scarsa illuminazione, come la pioggia, il buio o la nebbia. A Madrid e Bruxelles guidare senza luci costa 200 euro, ad Amsterdam e Copenaghen 95 euro. In Italia, le luci devono essere accese da mezz’ora dopo il tramonto a mezz’ora prima dell’alba, oltre che in condizioni di scarsa visibilità. Se le luci rimangono spente, la multa parte da 24 euro.

Giù le mani dal cellulare durante la guida

L’uso del cellulare alla guida non è rischioso solo in auto. Per questo motivo, nei paesi europei vige un chiaro divieto di usare il cellulare mentre si pedala. Chi ignora la legge può ricevere una multa di 200 euro a Madrid e di 161 euro a Roma. La capitale italiana non raggiunge nemmeno le cifre più alte a livello nazionale. In Veneto, ad esempio, la multa può arrivare a 200 euro. Tuttavia, il divieto può essere aggirato in diversi paesi utilizzando un apposito supporto per telefoni cellulari.

Piste ciclabili: non utilizzarle può diventare costoso

Sempre più città optano per una netta separazione tra piste ciclabili e pedonali, questo per evitare, ad esempio, incidenti con i pedoni. In Lussemburgo, circolare su strade non designate per le biciclette costa 175 euro, a Parigi 135 euro. A Roma la multa è più lieve: 25 euro.

I semafori rossi valgono anche per i ciclisti

Ignorare un semaforo rosso è pericoloso per tutti gli utenti della strada, poiché può causare incidenti. Per questo motivo, in molte città e paesi, le sanzioni sono molto elevate. Ad Atene la multa è di 700 euro, a Roma, la multa può arrivare a 613 euro mentre a Varsavia l’infrazione è punita con una multa di 23 euro.

Sanzioni severe per la guida in stato di ebbrezza

L’alcol rallenta la velocità di reazione e allo stesso tempo aumenta la predisposizione a correre rischi. Per questo motivo in Europa esistono norme chiare sul consumo di alcol anche per i ciclisti. Tuttavia, queste differiscono notevolmente da paese a paese. In Italia il tasso alcolemico consentito per guidare la bicicletta è dello 0,5, chi viene sorpreso con un livello superiore può essere multato fino a 545 euro. A Londra, le multe possono arrivare fino a 1113 euro per un tasso alcolemico superiore allo 0,0. A Berlino un tasso alcolemico dello 0,3 può costituire un reato mentre la guida con un tasso di alcolemia pari o superiore a 1,6 rappresenta un reato penale in Germania e può comportare una pena detentiva fino a cinque anni.

Regole del traffico ciclistico da osservare

Oltre alle regole menzionate, ci sono naturalmente altre norme da considerare. Di seguito, sono elencate alcune altre regole che i viaggiatori dovrebbero conoscere prima di programmare la loro prossima vacanza in bicicletta:

Ulteriori informazioni sull’analisi dei dati e sui risultati, nonché una spiegazione della metodologia, sono disponibili qui ed è possibile consultare le fonti utilizzate per l’analisi qui.

  • Cuffie e auricolari: a Madrid è vietato indossare le cuffie e si può essere sanzionati con una multa fino a 200 euro. In Germania non esiste un divieto esplicito, tuttavia, l’uso delle cuffie può comportare un concorso di colpa in caso di incidente. A Roma, invece, è consentito l’uso di cuffie o auricolari a condizione che almeno un orecchio rimanga libero.

  • Obbligo di utilizzo del casco: a Malta e in Finlandia, l’uso del casco è obbligatorio per i ciclisti senza eccezioni. In Spagna, il casco è obbligatorio solo fino a 16 anni e per gli adulti al di fuori delle aree urbane.

  • Gilet ad alta visibilità: in paesi come la Francia, l’Italia e la Croazia, il gilet ad alta visibilità è obbligatorio in determinate circostanze, ad esempio quando si viaggia di notte o in galleria.

  • Campanello per bicicletta: una bicicletta deve essere obbligatoriamente dotata di campanello nella maggior parte dei paesi europei ad eccezione della Svizzera e della Gran Bretagna.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da